Il tempo passa per molti, ma non per Gnar. Gnar è uno yordle nato migliaia di anni fa, rimasto intrappolato nel Vero Ghiaccio, che l’ha letteralmente congelato nel tempo. Lo sguardo vacuo dello yordle preistorico ha visto l’ascesa e la caduta di molte civiltà, ma nemmeno il Vero Ghiaccio ha potuto confinarlo per sempre. Dopo essersi liberato, Gnar ha vagato per Runeterra finché non ha trovato i suoi discendenti, gli yordle moderni. Ma, scoprirono presto, che dietro al piccolo si nasconde una bestia.

 

Abilità

  • Passiva: Gene della rabbia

Gnar accumula rabbia mentre combatte. Quando la barra della rabbia è piena, la prossima abilità di Gnar lo trasforma in Mega Gnar, conferendogli armatura, resistenza magica, salute e attacco fisico alle spese di velocità di movimento, velocità d’attacco e portata degli attacchi. Se Mini Gnar non usa un’abilità, si trasforma comunque in Mega Gnar dopo qualche secondo. Quando si è Mega Gnar la rabbia decresce lentamente, fino a esaurirsi. Quando è finita, Gnar torna a essere Mini Gnar. Dopo la trasformazione, Mini Gnar diventa stanco per un breve periodo, durante il quale non può accumulare rabbia per alcuni secondi.

  • Q: Mini Gnar – Lancio del boomerang

Gnar lancia il suo boomerang nella direzione bersaglio, infliggendo danni al primo nemico colpito, applicando un rallentamento. Dopo aver colpito un nemico, il boomerang rallenta per poi tornare da Gnar, infliggendo danni ridotti a tutti i nemici che incontra. Se Gnar lo prende, la ricarica di Lancio del boomerang si riduce sensibilmente.

  • Mega Gnar – SPLAT!

Gnar lancia un enorme masso in una direzione bersaglio, danneggiando e rallentando il primo bersaglio sul percorso del masso, insieme a tutti i nemici vicini. Quando il masso atterra, Gnar può raccoglierlo per ridurre la ricarica di SPLAT!.

  • W: Mini Gnar – Iperattività (passiva)

Ogni terzo attacco o abilità contro un bersaglio infligge una percentuale della salute massima come danni magici. Quando si attiva Iperattività o quando Mega Gnar si ritrasforma in Mini Gnar, Gnar ottiene un aumento moderato alla velocità di movimento, che decade nel tempo.

  • Mega Gnar – BAM!

Gnar si alza sulle gambe e colpisce il terreno con entrambi i pugni, danneggiando e stordendo brevemente tutti i nemici davanti a lui.

  • E: Mini Gnar – Hop!

Gnar salta nella direzione bersaglio, guadagnando un po’ di velocità di attacco. Se atterra su un’unità, rimbalza, continuando a saltare nella stessa direzione. Se Gnar salta su un’unità nemica, la rallenta e la danneggia.

  • Mega Gnar – CRASH!

Gnar si lancia in una direzione bersaglio, danneggiando e rallentando tutti i nemici su cui atterra direttamente.

  • R: Mega Gnar – GNAR!

Gnar fa i capricci e lancia tutti i nemici intorno a lui in una direzione bersaglio. Tutti i nemici vengono rallentati e danneggiati. I nemici lanciati contro muri, torri e strutture della base subiscono danni aggiuntivi e vengono storditi.

Gameplay

 

Gnar è uno yordle preistorico che dà il meglio nella corsia superiore della Landa. È un campione che si trasforma, con punti di forza e debolezze molto marcati, sia quando è Mini, sia quando è Mega. Gnar combatte al massimo delle sue possibilità quando anticipa per bene i suoi attacchi d’ira, mentre a fine partita è più efficace come tank o come combattente.

Corsia superiore

La barra della rabbia di Gnar si riempie più lentamente all’inizio del gioco, quindi diventare forti con la sua forma Mini è fondamentale. Per fortuna, Mini Gnar ha un sacco di assi nella sua manica pelosa che gli permettono di proteggere la sua forma più fragile. Lancio del boomerang infligge danni rispettabili all’avversario in corsia e il rallentamento consente di mantenere la distanza, evitando le rappresaglie. Quando si sblocca, Iperattività aumenta i danni inflitti, aiutando Gnar a dominare in corsia con attacchi base ben piazzati e ripetuti Lanci del boomerang. Con Mini Gnar è meglio tenersi Hop! per la fuga: è un’ottima abilità per il disingaggio che può essere usata sugli avversari in corsia o sui giocatori della giungla che arrivano per ucciderlo.

E poi abbiamo Mega Gnar. Una bestia brutale con dei buoni controlli e una raffica sorprendente. Mega Gnar ha uno stile di gioco completamente diverso, con punti forti e debolezze tutte sue. È un bestione: lento, forte e resistente, in grado di esibirsi in una devastante raffica di danni, dopo la quale però non può fare molto altro. Mentre Mini Gnar è abbastanza agile da schizzare fuori dai combattimenti, Mega Gnar è a suo agio nel cuore della battaglia. Dopo aver schiacciato la corsia superiore nemica con CRASH!, lanciando rapidamente SPLAT! e BAM! riesce ad annichilire quasi tutte le difese nemiche. Ha però delle debolezze da non sottovalutare, soprattutto quando subisce un’imboscata. Mega Gnar non ha maniere efficaci per scappare e deve affidarsi alla sua salute e alle resistenze, quando si ritira verso la sua torre. Tutto cambia quando Gnar arriva al sesto e ottiene accesso a GNAR!. Colpisce duramente, ma è anche un’utilità in grado di salvare la vita a Gnar, e di distruggere quella del suo nemico, soprattutto quando è vicino ai muri. Attirate il nemico nell’erba alta con Mini Gnar, poi trasformatevi e usate GNAR! per sbatterlo contro il muro, stordendolo e colpendolo con il resto delle abilità. Se il nemico si sente sicuro e si lancia verso la torre, usate GNAR! per stordirlo contro la torre. Quando cercate di sopravvivere a un’imboscata, lanciare lontani i nemici dovrebbe dare abbastanza tempo per fuggire.

Scontri tra squadre

Gnar ha tre fasi distinte durante gli scontri, tutte basate sul tempismo con le sue forme. Prima deve evitare gli ingaggi come Mini Gnar, facendo salire la rabbia e trascinando i nemici con gli attacchi base. Lancio del boomerang e la passiva di Iperattività vanno usate per intaccare la prima linea nemica. Quando Gnar sta per esplodere, può rimbalzare verso la squadra nemica. Se Mini Gnar attiva un’abilità con la rabbia al massimo si trasforma in Mega Gnar mentre la usa, quindi i bersagli raggruppati potrebbero vedere un piccolo batuffolo che si avvicina, per poi trovarsi al cospetto di qualcosa di molto diverso.

Quando Mega Gnar atterra, il suo ruolo e di fare più danni che può, usando SPLAT! e BAM! per danneggiare e controllare i nemici vicini. Gnar dà il meglio quando c’è il tank della sua squadra a bloccare i colpi mirati e ad attirare i danni nemici su di sé. Sapere quando usare GNAR! è importantissimo: con un buon tempismo si possono interrompere tante abilità nemiche in un colpo solo, mentre con una buona posizione si può scagliare l’intero team nemico contro una struttura, stordendolo e dando modo di uccidere agli alleati.

Quando la barra della rabbia di Mega Gnar inizia a calare, i punti di forza di Mini Gnar si rivelano preziosi per fare pulizia. È veloce, riesce a coprire le distanze con Hop e con attacchi base che, se abbastanza numerosi, possono attivare Iperattività, dando a Mini Gnar un enorme aumento alla velocità di movimento. Aggiungendo un Lancio del boomerang, Gnar ha tutti gli strumenti per acchiappare e finire i suoi bersagli.

Sinergie

 

Funziona bene con:

 Lulu – la sacerdotessa delle fate

Il kit di Lulu completa le debolezze di Gnar e amplifica i punti di forza di entrambe le forme. Puoi riparare Mini Gnar con Aiuto, Pix! quando è sotto attacco, mentre Metamorfosi conferisce a Mega Gnar tutto il movimento che gli serve per stare attaccato al nemico, infliggendo i suoi danni ad area.

 Amumu – la mummia triste

A fine partita, Gnar dà il meglio quando c’è un tank da ingaggio da seguire. Amumu è perfetto: la sua combo con Q e R blocca le squadre nemiche, permettendo a Mega Gnar di usare CRASH!, aggiungendo i suoi danni ad area a quelli di Amumu.

 Orianna – la signora degli ingranaggi

La consegna della palla si perpetua quando Mega Gnar si lancia verso la squadra nemica. Combinando CRASH! e Comando: onda d’urto si infliggono danni devastanti. Orianna poi può continuare con Comando: dissonanza, che rallenta i nemici e velocizza il passo da lumaca di Mega Gnar.

 

In difficoltà contro:

 Teemo – il rapido scout

Teemo ha più portata di Gnar e infligge abbastanza danni nel tempo con Colpo tossico da batterlo nelle guerre di logoramento. Il rapido scout può anche accecare Gnar con gli attacchi base, o usare Rapidità per schivare boomerang, massi e Mega Gnar.

 Irelia – il volere delle lame

Anche se Gnar può dare del filo da torcere a Irelia nei primi livelli, al livello 5 arrivano tutti i danni puri, la resistenza e la velocità necessari a battere Gnar. Questo implica che l’anello mancante non abbia scelta se non farmare sotto la torre, affidandosi al supporto della giungla.

 Fizz – il prestigiatore delle maree

Fizz dà problemi a entrambe le forme di Gnar. È abbastanza agile e potente da abbattere Mini Gnar prima che si trasformi, e Giocoso/Ingannatore permette di schivare la potenza e i controlli di Mega Gnar, inclusi quelli di GNAR!

 

Dettagli campione

Gnar, ideato da gypsylord

Parliamo di trasformazioni!

I campioni con le trasformazioni, storicamente, sono i personaggi più difficili da bilanciare, in League of Legends, perché spesso finiscono per avere una forma dominante: la Nidalee pre-4.10 funzionava meglio in forma umana, quando non doveva giustiziare o fuggire, e Jayce tende a usare il cannone per buona parte delle partite. Dare dei punti di forza e delle debolezze a entrambe le forme ha poco senso, quando il giocatore può trasformarsi a piacimento. Ripensiamo a Jayce: come fa un campione da mischia a combatterlo in un uno contro uno, se Jayce può duellare da vicino e ha anche l’opzione di trasformarsi in un campione dalla distanza?

Ecco la domanda che ci siamo posti: come possiamo creare un campione con le trasformazioni che sia divertente da giocare e da affrontare? La risposta è avere un campione con punti di forza e debolezze ben chiare in entrambe le forme, limitando la possibilità del giocatore di sceglierle. Dopo mesi di testi, siamo giunti all’adorabile (a volte) palla di pelo di Gnar.

Che differenza c’è? Be’, Mini Gnar è uno dei campioni più mobili del gioco. Ha dei buoni danni sostenuti e trascina benissimo, ma se viene beccato muore in fretta. Mega Gnar, invece, è un colosso. È un po’ tank e ha delle raffiche sorprendenti, con potenti controlli e danni ad area. Ma essendo lento, i suoi nemici possono sfuggirgli camminando nella direzione opposta. Rimuovere il controllo della trasformazione di Gnar obbliga il giocatore ad anticipare quando sta per diventare grande (o piccolo), posizionandosi di conseguenza e giocando in modo completamente diverso, aggiungendo un livello di complessità al gameplay. Vuol dire anche che, per la prima volta, imparare a giocare durante le transizioni sarà importante quanto conoscere bene gli stili delle due forme.

Non vediamo l’ora di sapere cosa ne pensate del nuovo campione di Runeterra. Ditecelo nei commenti!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.