[spacer height=”20px”]

Il detto francese “esprit de corps”, ovvero “spirito di gruppo”, indica la compattezza tra i membri di un gruppo. Con l’arrivo dei gironi del Campionato mondiale 2015 a Parigi, la parola “esprit” si può tranquillamente sostituire con “eSport”. I tifosi cantavano ed esultavano all’unisono e, fieri dei pro francesi, li supportavano con canti corali.

Durante la prima settimana di gironi dei Mondiali 2015 si sono verificati diversi colpi di scena. Dopo essersi furtivamente classificati ai Mondiali tramite la sfida europea e aver affrontato le prime tre partite, gli Origen hanno messo a tacere gli scettici. È stato il crollo della squadra LGD Gaming cinese. I Cloud9, squadra della LCS NA si è piazzata al 7° posto risultando primi del Gruppo C con un risultato di 3-0, nonostante stessero riuscendo ad abbattere i fortissimi Fnatic. Durante la mattinata del Giorno 2, siamo andati in giro per il Dock Pullman per vedere come i fan stavano trascorrendo e godendosi la giornata.

[spacer height=”20px”]

Invasione dei guerrieri

Due evocatori francesi, “Grumpy V” (a destra nella foto) e “Lee Sin HD” (con la felpa blu) erano fermi davanti al luogo dell’evento a godersi ancora un po’ di sole, prima di assistere alla prima partita del giorno che avrebbe visto gli SKTelecom T1 contro gli Edward Gaming. Il giorno prima, hanno affrontato un viaggio di 6 ore, partendo da una cittadina a sud della Francia con destinazione a Parigi in occasione dei gironi dei Mondiali 2015.

“Eravamo eccitatissimi all’idea di venire qui”, dice Grumpy V. “Non ero mai stato a Parigi prima d’ora e anche per i francesi stessi è bellissimo venire qui, visitare la città e partecipare a un evento del genere. Siamo entusiasti di incontrare giocatori che vedevamo solo in tv, è fantastico! E sarebbe grandioso incontrare giocatori francesi (come Paul “SoaZ” Boyer o Bora “YellOwStaR” Kim). Per noi questo è il primo evento League of Legends.”

Qual è la cosa che Grumpy V attende con ansia nel Giorno 2? “La partita degli Origen contro i TSM”, risponde. “Vedi, quel ragazzo laggiù è un fan sfegatato dei TSM, e lo odio perché non sono un fan dei TSM. Ma è divertente.”

Lee Sin HD si difende dicendomi che aveva iniziato a seguire i TSM per il giocatore Bjergsen, anche se continua a credere che gli Origen arriveranno primi. Da bravi provocatori, li sproniamo a scommettere. “Beh, potrebbe succedere, non lo so. Se gli Origen vincono, dovrà scriversi “SoaZ” sulla fronte”, dice Grumpy V. “SoaZ Baguette”, controbatte Lee Sin HD, ridendo. “Certo, dobbiamo mantenere la nostra natura francese”, risponde impassibile Grumpy V.

[spacer height=”20px”]

Rauco, ovviamente

All’entrata del Dock Pullman troviamo un parigino, “Ykkokoro” in League of Legends, cosplayer di Lee Sin Pugno del Drago. Nonostante in netta minoranza in mezzo a un’infinità di fan dei Fnatic, è rimasto fedele al suo cosplay supportando una delle squadre cinesi più apprezzate del torneo. Portava in mano un cartello con su scritto “EDG Fighting”.

“Tifo per gli EDG”, dice Ykkokoro. “All’inizio, non era la mia squadra cinese preferita, finché non li ho visti giocare contro gli SKT all’MSI e sono rimasto senza parole. Credo che hanno alte probabilità di vincere i Mondiali quest’anno, stanno giocando davvero bene. Lo vedremo alla prima partita contro gli SKT.”

Si fermerà più giorni in occasione dei gironi e, nonostante sia solo il Giorno 2, la sua voce è già arrochita. “Urlavo sempre, per questo non riesco più a parlare.” dice, “Ma non mi fermerò, urlerò anche oggi per gli EDG.”

E quando ha gridato di più? “Credo che ho esultato di più alla quadrupla uccisione di xPeke. È stato davvero straordinario. Non pensavo che gli Origen potessero vincere quella partita [contro gli LDG]. Quando vedi imp 4-0, ti convinci che la partita sia ormai quasi alla fine. E… WOW! Ecco che succede qualcosa di magico! Tutti tifavano per gli Origen, incredibile!

[spacer height=”20px”]

No Pain No Game

Anche se il pubblico era per la maggior parte francese, un ragazzo con una bandiera del Brasile ha attirato la nostra attenzione. “Rafael Frozen”, il suo nome in gioco, è partito da Madrid per assistere ai gironi e fare il tifo per la squadra simbolo del Brasile, i PaiN Gaming. Ma non è emozionato solo per questo!

“I miei amici vogliono vedere gli EDG contro gli SKT,” dice “ma personalmente non sono particolarmente entusiasta di assistere a una partita tra squadre asiatiche. In effetti, preferisco le LCS NA ed europee. Non vado matto per le squadre asiatiche perché vincono sempre, sono troppo forti. Spero che vinca qualsiasi squadra, purché non sia asiatica. Sono stati in vetta per troppo tempo. Voglio vedere i Fnatic arrivare alle finali e vincere. Sono la speranza dell’Europa. Ma per la finale, vorrei vedere giocare gli SKT contro i Fnatic… sarebbe la partita perfetta.”

Se la sua prima speranza è di vedere una squadra occidentale giocare la finale, la seconda in lista è riuscire a tornare a casa senza intoppi. Non avrà molto tempo. “Ho acquistato il biglietto di ritorno a Madrid delle 8:30” dice, “e dovrò essere in ufficio alle 9. Quindi, se il volo ritarda, anche di qualche minuto, sono f…..o! Ma ne vale la pena. Non so se mi capiterà di nuovo di assistere ai Mondiali.”

[spacer height=”20px”]

Vive La Reignover

Se dovesse capitarvi di partecipare a un torneo pro di League of Legends in Europa, sicuramente vi troverete di fronte un’ondata di fan sfegatati dei Fnatic. Questa è sicuramente la squadra più tifata, a maggior ragione qui a Parigi dato che il capitano, nonché supporto, YellOwStaR, è francese. Quando, però, vediamo “Snykyz” tra gli spettatori, dall’abbigliamento è chiaro che è il primo fan in assoluto dei Fnatic. Va particolarmente fiero del giubbotto che mostra chiaramente il nome del jungler dei Fnatic, Yeu-jin “Reignover” Kim, conosciuto in estate durante la LCS EUROPEA a Berlino.

Snykyz scivola nei ricordi e dice “Quando ho incontrato [Reignover] a Berlino, gli ho urlato “Ehi, tu sei il miglior jungler, sei un mostro, per me sarà questo il tuo nuovo nome. E ricorda, verrò a Parigi quando tu sarai ai Mondiali. Farò il tifo per te.” A quel punto IzPAH, manager dei Fnatic, dice “Il migliore fan di sempre, ci ricorderemo sempre di te!” Ecco perché mi ha dato il suo giubbotto. Quando me l’ha dato, ho pensato “Oddio, l’ha fatto davvero?” Questo è il motivo per cui sono qui, li supporterò sempre con tutto l’affetto e con la speranza che vinceranno la finale.”

Quando gli abbiamo chiesto un’opinione sull’inizio della partita dei Fnatic, si esalta e dice “Ero davvero contento perché tutto stava andando liscio, solo una o due uccisioni per gli IG, nessuna torre, nessun drago, nessun Barone. Ero troppo felice, gli altri spettatori dicevano che le probabilità di vittoria dei Fnatic erano al 50/50 e io invece pensavo “No, è sicura, al 100%”, e avevo ragione.”

Ma questo, per Snykyz, non è il primo importante torneo di League of Legends a Parigi. Ha anche partecipato all’All-Stars 2014 ed si è subito innamorato di tutto l’ambiente intorno. “Quando ho saputo che parte dei Mondiali si sarebbe svolta a Parigi, ho pensato a me per una volta. Per i prossimi Mondiali a Parigi o in Europa avrei dovuto aspettare tre o quattro anni, quindi questa è un’ottima opportunità. Vivo a Parigi, andrò lì, supporterò ancora la mia squadra. Sono felicissimo.”

Non solo i Fnatic avevano le carte in tavola per ribaltare la situazione e tornare incattiviti nella Settimana 2 dei gironi, ma ora avevano anche Snykyz lì ad osservarli e fare il tifo per loro, vestito di arancione in segno di ottimismo. Infatti, è stato immortalato tra il pubblico a sinistra durante la diretta mentre esultava e indicava il logo dei Fnatic stampato sul suo cappellino.