Sonad, quando ferisce più la musica che la spada

4
832

Introduzione

Stanchi dei soliti 2-3-4-5-10-15 carry ad? stufi di sprecare tempo ed energia a babysittare quell’avido carry ad che decide di giocare aggressivo proprio quando state wardando il drago? è arrivata l’ora di prendere il controllo della situazione, di ribaltare le sorti del game, di passare dalla brace alla padella.

Spogliatevi dalle vesti di support e acquisite finalmente il ruolo che vi spetta, il carry AD.

Pro:

-Danni, slow, cura, stun aoe

-Effeto sorpresa

-Finalmente del farm!

Contro:


Rune:

Semplicemente quelle da carry ad, ne più ne meno.

Masteries:


Anche qua, scelta classica da carry ad che privilegia il danno e la movement speed del ramo utility.

Skill Order:


La priorità va chiaramente alla Q sia per i danni della skill che per il bonus passivo al damage. La E già al livello 2 vi permetterà un ottimo harass grazie al proc dello slow mentre la W è il vero perno della build di Sona, quella che la differenza dagli altri carry ad, l’auto-sustain.

Spell:

La mancanza di un escape skill e la presenza di uno stun aoe rende il flash un must, unito a exhaust che torna sempre utile sia in difesa che in attacco.

Altre spell che potrebbero tornarvi utili sono

 

Teleport torna molto utile nel caso doveste optare per la solotop, mentre ghost è una valida scelta in dominion (pur restando vero il fatto che DOMINION SUX).

Gameplay

Duo lane:

Fregare la prima ondata di minion farà capire al vostro teammate chi è comanda in lane. Non siete il babysitter di nessuno, il farm e le kill spettano a voi e, se proprio vi sentite generosi, potreste pensare di lasciare qualche assist al vostro compagno. Il carry ad di turno forse si lamenterà (a meno che non siate in full premade), ma dopo avervi visto in azione si lamenterà ancor di più. Ricordatevi di non sprecare mana per curare solo il vostro alleato, usatela unicamente per recuperare vita tra un harass e l’altro. In caso di gank alleato, proccato la passiva con la E in modo da sloware il bersaglio, altrimenti harassate o last hittate i champ nemici proccando la passiva di Q.

Solotop:

Last-hit, last-hit, Q, last-hit, Q, last hit, Q + proc. That’s all. Curatevi tenendo a mente gli stack della passiva per non sprecarla proccandola con la W, mentre il proc della E è utile in caso di gank alleato. Ricordiamo inoltre che Sona è l’unico champion in grado di fare double kill anche con il mouse rotto.

Jungle:

Forse in un’altra guida.

Item Build

Core:

Altro:

Rushare la Manamune diventa necessario a causa dell’alto consumo di mana di Sona (un’altra possibilità potrebbe essere inserire parecchie rune mana regen), la Trinity (rush di Sheen) è un must che sinergizza splendidamente con la passiva. I Berserker sono una valida scelta su ogni carry ad e l’Infinity è un solido item da dps che sinergizza bene con il crit chance della Trinity. Per il resto della build si può andare a scelta su item per il danno (come PD o BT) oppure roba più utile come Mallet o Shurelya (giusto per nostalgia).

Conclusione

Sonad è un champion alternativo, divertente e anche abbastanza valido se giocato bene e con un buon setup di team. In fondo, ha il range di Vayne, una skill che boosta il danno e autotargetta i champion, una che cura, una che boosta la movement speed, una passiva simil-sheen e uno stun aoe. Che volete di più? pur restando un troll pick, può dire la sua in lane a molti avversari imprudenti. Al limite potete sempre ragequittare finita la fase di laning (scherzo!).

GNAGNAGNA!

4 Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.