Un saluto a tutti voi, o miei venticinque lettori.

Una settimana fa vi ho chiesto di intervenire sul forum proponendo i vostri Jungle Tiers personali, di modo che per scrivere questo articolo avessi i pareri di quanta più gente interessata possibile. 

Alcuni giorni fa si è conclusa a livello competitivo la Season 3 con la vittoria dei Koreani degli SK Telecom T1: siamo dunque alla fine di quella che è a tutti gli effetti un’epoca del nostro gioco preferito. 

Proprio per questa “fine di un’epoca” ho deciso di proporre due cose: un piccolo excursus di ciò che è stata la giungla in questa Season 3, focalizzandosi sui migliori jungler in linea temporale, e gli End of Season Jungle Tiers. 

Periodo 1: League of Black Cleavers: Chi si ricorda questo periodo? La passiva della Black Cleaver stackava. Ancora mi tornano gli incubi al solo ripensarci. Fatto sta che questo è stato il primo periodo di questa season per quel che riguarda la jungle. E i due champion che l’hanno dominato girano proprio attorno all’esistenza di questo item. Uno era una bestia da Crowd Control e tankiness, che aveva come item sinergizzatissimo proprio il counter della BC, l’altro era il jungler che più ne approfittava buildandola il più celermente possibile. Stiamo parlando ovviamente di AmumuXin Zhao, che in questo periodo alcuni rinominarono Win Nao.

Per chi chiedesse quale oggetto fosse il counter della BC… beh, bisogna rivedere nella meccanica e nella build. La BC parte dal brutalizer… armor pen flat… counterabile con armor, che poi diventa percentuale, counterabile con lo stack di HP… Ovviamente stiamo parlando della Sunfire Cape, tornata alla ribalta dopo tanto tempo (o in alternativa, del Randuin’s Omen, ma i due oggetti si buildano per motivi diversi). Aggiungiamo che si chiudeva lo Spirit of the Ancient Golem e i Ninja Tabi… era un Anti-Black Cleaver che necessitava solo di una ultimate che fermava il suo burst… oh… già.

 Periodo 2: Vita OP

Stralci di Season 2 seguiti al nerf della Black Cleaver. Improvvisamente la miglior statistica, con l’armor penetration ancora ad altissimi livelli di overpoweredness, diventa la vita. E via con quella che fu chiamata League of Warmogs. In questo periodo si rivedono vecchie glorie, come già detto, della Season 2, che fanno dello stack vita la loro arma migliore, come Olaf, Dr. Mundo e Shen.

Periodo 3: I Quattro Cavalieri

Anche la League of Warmogs non poteva durare, con l’introduzione di sempre più abilità che fanno danno in percentuale, e ad un oggetto molto potente, la Blade of the Ruined King. Questo è il periodo in cui quattro jungler emergono dalla massa imponendosi sugli altri. Jarvan IV, Vi, Hecarim, Xin Zhao. Noti come “i quattro cavalieri”, permarranno per un bel pezzo, ma…

Periodo 4: Ne rimarrà soltanto uno

Per l’assurdità della sua E, che dava armor ad area, e alla meccanica dell’armor shred unita ad un knock up ad area molto facile da piazzare il principe demaciano si erge come primo jungler, imponendo il proprio ruolo per tutti i mesi a venire. Onnipotente. Nerfato, non sarà comunque mai sconfitto, a differenza di Olaf, Mundo ed  Hecarim. Tuttavia, altre minacce appaiono all’orizzonte.

Periodo 4.5: “Winter is Coming”

Piccole reminescenze del periodo 2 unite al periodo dei quattro cavalieri portano un bruiser che stacka vita ad alti livelli e con una presenza in soloqueue molto elevata. Stiamo ovviamente parlando di Volibear.

Periodo 5: Can che farma morde.

Come già avevo raccontato nel primo Welcome to the Jungle, durante le patch di Quinn e Zac si impone prepotentemente una nuova tipologia di Nasus, che maxa la E, farma indisturbato e controlla obiettivi, mangiandosi (in modo figurato) draghi e baroni in tempo lampo. Un nerf al Wither termina il suo periodo d’oro, lasciandolo tuttavia valido per un bel pezzo (e ancora oggi) anche se non ai livelli di allora. In questo periodo si comincia a vedere Zac, che tuttavia avrà il suo picco di successo più tardi.

Periodo 6: Mordi e fuggi

E se qualcuno mangiava i mostri in modo figurato, poco dopo emerse qualcuno che lo faceva in modo letterale: Nunu. Un controllo inverosimile a tutta la mappa e una mobilità ottima sono stati per lui una carta di credito per il permaban per più di un mese. Ci sono voluti due nerf, uno al Consume ed uno all’exp garantita dai mostri in giungla, per toglierlo dal piedistallo.

Periodo 7: Gli immortali

Le sperimentazioni come sempre procedono, ed alcuni giocatori riescono a sviluppare determinate sinergie che permettono ad alcuni champion di startare di Doran’s Blade ed essere letteralmente immortali nei primi duel early game e nei giri di jungla. Stiamo parlando di Udyr, Aatrox, Lee Sin e tutti coloro che possono permettersi uno start del genere. 

Periodo 8: 

Nelle ultime settimane, infine, la situazione si fa più stabile: sono cinque i nomi che chi volesse avvicinarsi alla giungla era obbligato a conoscere: Jarvan IV, Lee Sin, Nasus, Zac, Elise, che sono ancora i top pick, con l’ingresso della rediviva Vi, sparita per un certo periodo, ma che si è saputa ritagliare un piccolo spazio, grazie al suo potenziale di snowball veramente esagerato. Questo è lo stesso identico motivo che ha portato al minor utilizzo di Nasus. 

Occorre tuttavia fare delle menzioni d’onore per quei jungler che, pur non essendo mai stati dei best of them all, sono sempre stati (chi più, chi meno) validi, come Sejuani, Evelynn, Nautilus, Volibear, Trundle, Cho’Gath, Maokai (più meno che più, ma come pick situazionale ha continuato a dire la sua).

Infine, purtroppo, tre grandi glorie della Season 2 ci hanno abbandonato per i più disparati motivi: mi auguro che possano tornare presto ad essere dominanti come allora: Skarner, Alistar, Shyvana.

Devo consegnare inoltre, il premio Indistruttibile ad un champion: l’unico, che dalla sua uscita è stato sempre costantemente un jungler di alto livello, mai stato dimenticato o sottovalutato. Stiamo parlando, l’avrà già capito, di Lee Sin. 

Infine, ultima anche per importanza una piccola nota dedicata a Karma. Dai, ci ha stupito quando abbiamo visto Diamondprox usarla, vero?  

 

Veniamo quindi agli End of Season Jungle Tiers, che ho deciso di dividere in due gruppi. Uno, stilato esclusivamente da me, che rappresenta la “classifica che guarda al passato”, ovvero ciò che dovrebbe essere se la classifica guardasse tutta la season nella sua interezza (che è poco importante, lo so. lo facciamo solo per esercizio intellettuale) e la ben più attesa Classifica che guarda al futuro, che riguarda il punto di partenza per la S4. 

 

Classifica che guarda al passato:

Tier 1: Jarvan IV, Lee Sin, Nasus, Zac, Xin Zhao, Elise

Tier 2: Udyr, Sejuani, Hecarim, Vi, Nautilus, Nunu, Volibear, Nocturne, Fiddlesticks, Aatrox, 

Tier 3: Maokai, Dr. Mundo, Amumu, Cho’Gath, Shen, Trundle, Rammus, Warwick, Malphite.

Tier 4: Olaf, Malphite, Skarner, Diana, Gangplank, Rengar, Zed, Kha’Zix, Shyvana,  Shaco .

Tier 5: Jungler non convenzionali.

 

 

Classifica che guarda al futuro: 

Tier 1: Jarvan IV, Lee Sin, Zac, Elise, Vi.

Tier 2: Nasus, Nautilus, Aatrox, Udyr,  Sejuani, Evelynn, Fiddlestick, Hecarim, Nocturne, Volibear, Xin Zhao.

Tier 3: Maokai, Amumu, Dr. Mundo, Master Yi, Shaco, Cho’Gath, Trundle, Malphite.

Tier 4: Warwick, Nunu, Diana, Rammus, Shyvana, Zed, Kha’Zix, Tryndamere, Rengar, Skarner, Gangplank, Karma.

Tier 5: Jungler non convenzionali

 

…e Olaf? è un po’ prestino per dirlo.

Che dire… non è certo la lista che avrei fatto io (soprattutto quello Shaco così in alto!) ma non mi dispiace totalmente. Penso che possa riflettere la situazione attuale.

Voi che ne dite? 

Saremo pronti per la Season 4?

 

Come ultima cosa devo chiedere il Vostro perdono. Ultimamente gli impegni in real mi tengono molto occupato, e difficilmente riuscirò a sfornare articoli come durante l’estate, ma ci proverò.

Vi do appuntamento alla prossima, dunque, e vi faccio i miei migliori auguri. 

A presto!

Davide “Tuo Padre” Basilico