L’All-Star Invitational

Con le migliori squadre di ognuna delle cinque regioni professionali, l’All-Star Invitational è una vera prova di forza. Cinque giganti internazionali si sfideranno in un girone per decidere le posizioni nella fase a eliminazione diretta. Una squadra si porterà a casa 50.000 $ e potrà dire di rappresentare la regione più forte del mondo.

Nord America – Cloud 9

Con due titoli della LCS americana, i Cloud 9 hanno esercitato il loro dominio sulla scena sin dalla loro promozione nelle leghe superiori. Purtroppo per i campioni statunitensi, però, il capitano e corsia centrale Hai non sarà presente a causa di uno pneumotorace. Con un esempio di solidarietà americana, Link, corsia centrale dei Counter Logic Gaming, lo sostituirà, motivo per cui ha già iniziato ad allenarsi con i suoi vecchi rivali. Combinando l’esperienza di due squadre di alto livello americane, i Cloud 9 combatteranno per il loro capitano in ospedale e per l’orgoglio della regione.

Europa – Fnatic

I Fnatic, imbattuti nei playoff della LCS europea, hanno rappresentato l’Europa in moltissime occasioni. I veterani della Stagione 1 sOAZ, Cyanide e xPeke hanno più esperienza di tutti gli altri partecipanti, e la useranno per contrastare i colossi asiatici degli OMG e degli SK Telecom T1 K. Con l’aggiunta del grande AD carry Rekkles alla formazione, dai campionati mondiali della Stagione 3, i Fnatic cercano un altro successo internazionale, oltre a una nuova chance di sconfiggere i loro rivali americani, i Cloud 9.

Corea – SK Telecom T1 K

Gli SK Telecom T1 K arrivano a Parigi con il curriculum più ricco di tutte le squadre in gioco, con due vittorie nell’OGN Champions e un primo posto nei campionati della Stagione 3. Detto questo, recentemente hanno avuto delle difficoltà nella loro regione (hanno pure perso contro i CJ Enthus Frost nell’NLB), che potrebbero rivelarsi un ostacolo nella lotta contro il meglio che il mondo ha da offrire, ossia quattro squadre reduci da grandi successi. Gli SK sono i favoriti del torneo ma, stando alle parole di Impact, corsia centrale della squadra, “bisogna giocare con cautela contro tutte le squadre”. I rivali coreani dei KT Bullets hanno ottenuto una vittoria perfetta all’IEM di Katowice, e tutti gli occhi sono puntati sui T1 K in attesa di un’altra grande performance.

Cina – OMG

Le forze oscure della Cina fanno la loro seconda apparizione internazionale dopo i campionati mondiali della Stagione 3. A Parigi, però, non è confermata la presenza della loro corsia centrale xiyang. Come i Cloud 9, gli OMG potrebbero ricorrere a una sostituzione, arruolando Cool, che ha giocato più volte contro Faker dei T1 K. Essendo l’unica squadra della LPL a non aver perso ancora una partita 0:2, gli OMG useranno il loro stile aggressivo e capace di adattarsi contro squadre dalle strategie diverse, e in particolar modo contro i loro rivali dei mondiali della Stagione 3, i T1 K, principali contendenti per il primo posto.

Sud Est Asiatico – Taipei Assassins

Anche se i Taipei Assassins hanno fatto bella figura all’IEM Katowice, la loro audace partita di apertura ha spianato la via a due inusuali partite scadenti contro Cloud 9 e Gambit Gaming. Ciò nonostante, i TPA sono una squadra diversa: il trasferimento della giungla di Winds dalla squadra sorella Taipei Snipers è considerato uno dei più importanti cambiamenti della storia della GPL, un cambiamento capace di potenziare una squadra che era già in una posizione dominante. Con l’aggiunta dell’ex SGS Chawy come sesto uomo, la storica potenza dei TPA non è da sottovalutare, nonostante le sue tetre prospettive.

La All-Star Challenge

I fan hanno votato due giocatori da ogni regione, che si affronteranno in una serie di sfide prima delle partite dell’All-Star Invitational di tutti i giorni. Nell’attesa delle varie modalità della All-Star Challenge, vi presentiamo le forze che saliranno sul palco internazionale.

Una reunion glaciale

La Squadra Ghiaccio mette insieme cinque giocatori che non sono certo degli estranei l’uno con l’altro. Del resto, erano tutti presenti ai campionati mondiali della Stagione 2. Doublelift dei Counter Logic Gaming può finalmente tirare un sospiro di sollievo, ora che il suo eterno rivale MadLife combatterà al suo fianco nella Landa degli evocatori.

Froggen degli Alliance forse sarà contento di giocare al fianco di Doublelift, suo ex compagno nei CLG, ma la presenza di CaoMei del Team WE potrebbe fargli riaffiorare ricordi terrificanti della guerra di trincea che ha combattuto contro la squadra cinese insieme ai CLG-EU, durante i mondiali della seconda stagione. Quella volta, molti persero la vita per il controllo della mappa. Archie dei Saigon Jokers dovrà accantonare la sua sete di vendetta per la sconfitta contro i CLG.EU nei mondiali della Stagione 2, combattendo insieme a Froggen per la vittoria.

La vita dall’altro lato

Mentre la Squadra Ghiaccio affonda le sue radici nel 2012, la Squadra Fuoco vede dei campioni con delle storie diverse. Shy dei CJ Entus Frost avrà finalmente modo di capire un po’ meglio Diamond dei Gambit Gaming, che l’ha colpito con le sue imboscate in più occasioni durante la Stagione 2. La presenza di Diamond nella Squadra Fuoco susciterà sentimenti contrastanti anche in Bjergsen del Team SoloMid, che ha giocato contro la giungla russa per due split della LCS europea.

A rappresentare la Squadra Fuoco nell’Hexakill abbiamo Toyz, che si butterà nella mischia insieme a due delle vittime che ha fatto nei mondiali della stagione 2: Shy e Diamond. La All-Star Challenge vedrà lotte fratricide e vecchie rivalità ridestate per amore dell’intrattenimento.


Con emozionanti partite spettacolo e feroci scontri internazionali, l’evento All-Star 2014 ha qualcosa per tutti. Sintonizzatevi su lolesports.comgiovedì 8 maggio alle 15:00 (ora italiana).

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.