Da poco si è concluso l’ormai famosissimo Lucca Comics (tenutosi dal 1° al 4 novembre) dove, ovviamente, abbiamo potuto ammirare meravigliosi cosplayer, tra cui quelli di League of Legends.
Il “mega” gruppo cosplayer di LoL l’avrete sicuramente ammirato dal vivo o tramite foto ma, nell’attesa di foto ufficiali e dichiarazioni da parte dei Admin del gruppo C.L.I.C, siamo lieti di iniziare con interviste singole.
Quest’oggi intervisteremo Dajla Moser, ormai esperta nella realizzazione dei costumi di LoL. 

Innanzitutto complimenti per tutti i bei cosplay, li hai realizzati completamente da sola?

Eggià! Ogni scaglietta, ogni cartapestatura, ogni verniciatura. Tutto da sola, con la supervisione di Youtube e qualche sito-tutorial googglato sul web. Non ho nulla contro i cosplay comprati, ma personalmente penso che creare il proprio cosplay sia molto più soddisfacente.

In quanto hai confezionato i diversi costumi?

Dipende dal costume. Per alcuni, ci son voluti alcuni giorni (guarda Janna o Nidalee); per altri qualche settimana (come per Ahri o Justicar Syndra). Per altri, invece, anche qualche mese (Shyvana è in cantiere ormai da 5 mesi!).

Che materiali usi?

Ovviamente, ogni cosplay richiede dei materiali specifici. Utilizzo di tutto: stoffe, pellicce, cartapesta..ma la parola magica è “foam”. Styrofoam, packing foam, foam rubber, craft foam. Insomma, è una materia plastica che si presenta in diverse forme e può essere lavorata in altrettante maniere per la realizzazione di armi, accessori o intere armature. Regna sovrana anche la Colla Vinilica e attrezzi come la pistola termica o quella a caldo sono delle ottime alleate.

Per quale motivo hai scelto questi champion? 

Nidalee la scelsi perchè, essendo il mio primo cosplay, le mie skill con ago e filo erano abbastanza scadenti. Idem per Katarina, della quale avevo molte cose già pronte (giacca di pelle, pantoloni..). Janna la scelsi perchè al RiminiComics faceva troppo caldo! Ahri perché volevo essere la prima Ahri Italiana nonché l’idea delle code mi faceva impazzire (farle muovere in maniera naturale mentre cammino è stata un’ardua sfida). Syndra mi ha affascinata sin dal primo istante, l’armatura dorata era splendida e l’elmo..altro che acquolina dalla bocca, a me escono gli arcobaleni a guardarla! E Shyvana..è semplicemente straordinaria.

Tutti i costumi realizzati erano/sono per eventi specifici ?

Effettivamente sì. Li ho realizzati rispettivamente per Lucca 2011, Romacomics2012, RiminiComics2012 e Romics2012.

L’ultima fiera a cui hai partecipato è stato il Lucca Comics e Games dove hai potuto ricontrare l’intero gruppo C.L.I.C,  parlaci un po’ di questa esperienza.

Oh, beh. La mia esperienza con il gruppo CLIC è un po’ particolare. Fondamentalmente il gruppo è nato al Lucca dell’anno scorso (2011), nel quale io ed altri cosplayers (che ancora sono nel gruppo e saluto!) ci scambiammo i contatti di LoL. Per semplificare la ricerca disperata delle foto (il rito post-fiera), e con l’appoggio degli altri conosciuti a Lucca, creammo la pagina. Quindi, è da un anno ormai che li conosco (non solo al pc), abbiamo affrontato varie peripezie di gestione ma vedere che da 10 persone quali eravamo l’anno scorso, si son presentati 44 coslayers, da tutt’Italia, all’appuntamento del gruppo più una fotografa professionista, mi rende praticamente felicissima.E ‘una grossa soddisfazione, soprattutto perchè l’ho condivisa con ognuno di loro.

Hai in mente di realizzare altri cosplayer ispirati ai campioni di League of Legends?

Qualcosa di ammaliante. E c’è anche da dire che Shyvana è ancora in forno, e sfoggerà le sue scaglie dacroniche al Romacomics 2013.

Se siete un cosplayer ed avete voglia di farci vedere i vostri lavori, contattateci alla mail: lolitaliastaff@gmail.com, proprio come ha fatto Dajla!

 

Licia “Yrothe”

3 Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.