[spacer height=”20px”]

Giocate con chi volete

[spacer height=”20px”]

Ciao a tutti! Sono Jules e aiuto il team bilanciamento a utilizzare i dati per modificare al meglio il gioco. Volevo darvi qualche informazione su come valutiamo il bilanciamento dei campioni e parlare degli aspetti di potenza, percentuale di vittorie, percentuale di scelta e percentuale di ban. Per iniziare: il nostro obiettivo principale è darvi gli strumenti per avere successo con qualsiasi campione. Idealmente la potenza non ha nulla a che vedere con la scelta di un campione. A seconda della situazione ci sarà sempre un campione più forte di un altro per via della squadra, delle sinergie e delle controscelte: tutti questi elementi sono parte integrante di League of Legends. La nostra filosofia è che, a parità di condizioni, non dovreste sentirvi costretti a scegliere un campione perché è più potente.

[spacer height=”20px”]

La potenza significa distruggere il nexus nemico

[spacer height=”20px”]

[spacer height=”20px”]
La potenza è la capacità che un campione ha di vincere. I campioni possono essere specializzati nella crescita a fine partita, scontri a squadre, pentakill o controllo degli obiettivi, ma questi sono solo strumenti per raggiungere l’obiettivo principale: distruggere il nexus nemico. La potenza non è un valore costante. In una partita dipende dai campioni giocati e dai giocatori che li utilizzano. Kog’Maw non è forte in ogni situazione, ma ha una potenza incredibile nella squadra giusta e nelle mani di un giocatore abile. Anche se si potrebbe usare il rapporto di uccisioni/morti per determinare la capacità di un campione di effettuare uccisioni ed evitare di morire, noi utilizziamo la percentuale di vittorie come uno dei modi per valutare la potenza o la capacità di vittoria di un campione.

[spacer height=”20px”]

50% non significa bilanciato

[spacer height=”20px”]

Se la potenza di un campione è comparabile alla precisione oggettiva, la sua percentuale di vittorie rappresenta quella empirica. La percentuale di vittorie è la probabilità di vincere con l’attuale ecosistema di campioni e giocatori. Ci parla della potenza del campione (i campioni potenti hanno una maggiore possibilità di vittoria), ma anche dell’abilità del giocatore (i giocatori abili vincono di più). I campioni più potenti in genere hanno percentuali di vittorie più alte, ma questo è un valore imperfetto perché è viziato dall’abilità del giocatore. Ce lo dimostra il fatto che la percentuale di vittorie di un campione tende a calare durante la rotazione, a causa dei giocatori meno esperti. Una delle conseguenze è che i campioni possono essere bilanciati al di sopra o al di sotto di una percentuale di vittorie del 50%. Stando ai nostri dati, solo una parte dei giocatori che utilizzano Azir sono davvero bravi a usarlo, quindi ci aspettiamo che la sua percentuale di vittorie sia inferiore al 50% in una situazione di bilanciamento. Di contro, la gran parte di quelli che usano Heimerdinger sono degli esperti, quindi la sua percentuale di vittorie dovrebbe essere superiore al 50%.

[spacer height=”20px”]

Ci basiamo sulle partite migliori

Prendiamo sempre in considerazione l’impatto delle modifiche a tutti i livelli di gioco, ma non pretendiamo che tutti i giocatori siano uguali. I giocatori esperti prendono decisioni sulla base di maggiori informazioni e con una precisione più elevata. Sono questi i giocatori che esaminiamo per capire meglio il meta e il bilanciamento di League of Legends. Crediamo che un bilanciamento che si basa su una partita giocata bene (ma non alla perfezione) crei la migliore esperienza competitiva per tutti. Spinge anche a migliorarsi. È difficile usare Twisted Fate, certo, ma scoprendo il suo kit si capisce che è capace di fare cose incredibili. Vale la pena di dedicarci tempo.

[spacer height=”20px”]

Non è una gara di popolarità

[spacer height=”20px”]

La percentuale di scelta è la probabilità che un campione venga scelto in una partita. Se i giocatori fossero degli automi che si basano solo sulle vittorie, la percentuale di scelta rappresenterebbe solo la potenza. La realtà è che i giocatori vogliono vincere ma anche divertirsi e giocare come piace a loro. Alla gran parte dei giocatori Ahri piace più di Urgot, quindi sarà lei quella più popolare.

Le percentuali di scelta possono dirci qualcosa sulla potenza, ma non sono un dogma. Vogliamo vedere tanti campioni (non ci piace avere sempre Jinx, per esempio), ma non a discapito del bilanciamento. In altre parole, non nerferemo i campioni solo perché sono popolari e non li potenzieremo solo perché non lo sono.

[spacer height=”20px”]

Siamo sempre in ascolto

Valutiamo il bilanciamento anche in base alle vostre opinioni. Quando tutti si lamentano di Nidalee non agiamo d’impulso, ma riflettiamo. Leggere i forum o comunicare direttamente sono sempre elementi fondamentali, ma la percentuale di ban rappresenta sempre una prova oggettiva. La percentuale di ban è molto influenzata da quella di gioco. Anche se Rumble è forte, difficilmente verrà bannato se è probabile che la squadra avversaria non lo scelga. Come regola di massima, la strategia migliore (ossia quella che fornisce le maggiori possibilità di vittoria) è bannare i campioni che hanno una percentuale di vittorie e di scelta alte. In realtà il ban non si basa solo sulle percentuali di vittorie e di scelta, ma anche sulla percezione di potenza, trasparenza, frustrazione e rischio. Qualche mese fa LeBlanc era la più bannata, ma solo al di fuori dei livelli Master e Challenger. Janna, statisticamente uno dei migliori ban del gioco, è stata vietata in meno dell’1% delle partite. Per questo monitoriamo le percentuali di ban ma non le consideriamo l’unica discriminante per determinare il bilanciamento. Raccomando di ottenere il best gaming monitor Per giocare i tuoi giochi a casa.

[spacer height=”20px”]

Siamo giocatori anche noi

[spacer height=”20px”]

I dati sono importanti, ma c’è dell’altro. Che ci crediate o no, anche noi giochiamo a League of Legends. Nemmeno a noi piace vedere, e soprattutto veder vincere, Skarner in ogni partita. Vogliamo un gioco divertente e bilanciato non solo perché questo è il nostro lavoro, ma perché siamo giocatori. Siamo umani, e quindi suscettibili a una serie di pregiudizi. Proprio per questo cerchiamo di valutare tutto da differenti angolazioni. Tutto ciò che vogliamo è rendere League of Legends il più divertente possibile. Nel blog degli sviluppatori della prossima settimana Jag parlerà di come valutiamo il bilanciamento dei campioni in base al design.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.