Si è parlato un sacco riguardo alla musica di login per Diana, il Disprezzo della Luna. Dopo aver riscontrato così tanto interesse in quel particolare brano musicale, abbiamo deciso che era tempo di scambiare due parole con il nostro compositore, Christian “Praeco” Linke per scoprire cosa l’aveva ispirato per il tema di Diana, e per sapere cosa aveva in serbo per Syndra e le future composizioni.

ByronicHero: Parlaci un po’ della tua preparazione musicale. Cosa facevi prima di venire a lavorare per la Riot?

Praeco: Mi sono trasferito in America dalla Germania all’incirca 2 anni e mezzo fa. Prima di ciò, facevo già il musicista a tempo pieno come mestiere, lavorando su tutti i tipi di diversi progetti musicali sia come compositore che come produttore, principalmente nei generi rock e alternative.

ByronicHero: Con il tuo passato nella musica pop, cosa ti ha spinto ad interessarti alle composizioni classiche? Le tue prime composizioni di musica classica sono state fatte per la Riot Games?

Praeco: Uno dei miei ex compagni era un pianista classico, il chè ha portato a prendere parte ad alcuni progetti lavorando sulla fusione tra la musica classica e quella moderna. Penso che ciò sia simile a ciò che faccio per le musiche di League of Legends, che è davvero usare la musica classica, o diciamo orchestrale, come base per poi aggiungervi tutti gli elementi dai vari stili, culture e generi.

ByronicHero: Quali sono alcuni dei differenti elementi che hai utilizzato per delineare il carattere dei differenti campioni di League of Legends?

Praeco: La musica è uno degli strumenti più potenti di tutti per catturare un personaggio o uno stato d’animo. Per ogni campione provo sempre ad avere almeno uno o due elementi o strumenti nel pezzo che lo definiscano. Penso che andare agli estremi sia importante. Se prendi pezzi come Draven o Diana, in questi casi ho provato a trovare un elemento davvero unico che le persone non abbiano udito prima e che avrebbero ricordato sentendolo.

ByronicHero: Il primo pezzo musicale che hai pubblicato per la Riot è stata la musica di login per la Season Two. Ci diresti qualcosa sul come ti è venuto?

Praeco: La musica di login della Season Two è stato uno sviluppo interessante. E’ stata la prima volta che una schermata di login aveva una nuova musica dal lancio del game, quindi volevamo davvero espandere ciò che già c’era. La cosa interessante a riguardo è che non ci è mai stato una vera decisione conscia di fare una nuova musica di login. In realtà abbiamo solamente deciso di provare a fare qualcosa che si abbinasse alla nuova schermata di login.

La risposta dai giocatori è stata così entusiastica che abbiamo iniziato a creare una nuova musica di login ogni nuova schermata, che all’epoca era solamente quando c’erano festività nel gioco. Questo è stato fino alla Grande Caccia, quando abbiamo preso la decisione di avere una schermata di login che presentasse specificatamente Lulu. La risposta dei giocatori è stata molto positiva, poichè è stata la prima volta che io abbia mai composto un pezzo che fosse per un campione. Ciò ha davvero aiutato a definire Lulu e a darle un’identità. Dal momento che era davvero una cosa figa che tale aggiunta desse maggiore carattere al campione, abbiamo deciso di continuare a farlo. Non è stato insomma qualcosa stabilito in precedenza a tavolino, è semplicemente accaduto.

ByronicHero: Hai incominciato a inserire musica dal vivo nelle tue composizioni invitando degli amici a comporre – prima con violoncello e canto per Draven e dopo di che che nella voce di Diana. Cosa ti ha dato l’idea di cercare alcuni Rioters disposti a registrare live?

Praeco: Molti Rioter hanno talenti che non puoi trovare nei loro curriculum. Una delle chiavi riguardo Riot – e io credo sia una delle più importanti – è che la collaborazione non è un problema, e che quando noi vogliamo lavorare su qualcosa di fantastico, non c’e’ problema su come farlo.

Quando sei appassionato a quello che fai riesci a dare sempre il meglio, e coinvolgere dei Rioters nella musica son sicuro dia quel qualcosa in più ai giocatori, ma anche ai Rioter stessi. Nella musica iniziale di Draven puoi sentire chiunque dal Visual Artists al IT desktop Manager fino ad arrivare ai nostri avvocati cantare il nome di Draven. Penso che sia per i Rioter che per i giocarori sia lo stesso, se guardi indietro a partire da dieci anni fa, ci sono cose che hanno una presenza tangibile – come se avessero lasciato una loro impronta.

ByronicHero: Ci sono molte voci riguardo la musica iniziale di Diana. Cosa ti ha ispirato a prendere una direzione differente in quel pezzo?

Praeco: Non ho mai avuto la possibilità di fare un pezzo calmo o etereo. Tutto è partito dall’idea di uno dei nostri artisti – Mike Maurino, o IronStylus – lui ha un forte legame con la nostra comunità. Aveva un piccolo poema riguardo Diana di cui abbiamo parlato. Abbiamo avuto dei meetings con Ironstylus e Davvid Abecassis (Volty), e abbiamo deciso di incominciare a parlarne con il nostro Visual Artis. Ho pensato che avere una vera emozione, un poema fragile riguardo la caduta del sole andava bene in contrasto con la reale drammatica potenza visiva di DIana sarebbe stato uno dei casi dove il contrasto avrebbe potenziato l’intera esperienza. Dopo Devon Giehl (RiotRunaa) ha scritto la canzone e ogni cosa è venuta da se, cosi l’unica cosa rimasta era trovare il modo di registrarla.

Se guardi Diana, puoi veramente sentire la tensione e la grande, grande potenza della storia dietro la sua immagine, e con il sottofondo lo stato d’animo della musica. L’immagine lascia una sorta di atmosfera completamente differente e tutto grazie al fatto di avere un poema innocente,ma poi degli elementi visivi veramente drammatici ti fanno mettere in guardia dall’oscurità di questo personaggio.

E’ stato rischioso. Non ero sicore che tutti potessero essere in grado di apprezzarlo. Abbiamo moltissimi giocatori che non parlano inglese, e non eravamo sicuri che a loro potesse piacere. Ho collaborato con i creative designers, artisti e game designer e tutti quanti abbiamo lavorato nel nostro tempo libero , perchè era un qualcosa di atipico. Ognuno era eccitato dalla possibilità di dare il proprio contributo, e di aiutarsi l’un con l’altro, anche nei fine settimana.

Fortunatamente, tutti i Rioter con cui ho parlato erano veramente interessati a Diana e volevano davvero aiutare, perchè non avremmo mai potuto pianificare questo. Alla fine, è stata Lisa Thorn (Saiyaka) uno dei Designer Grafici, che ha cantato il poema. Quella era la sua prima registrazione vocale, quindi non sapevo cosa aspettarmi. Pensavo che avrei dovuto assumere un cantante professionale, ma lei ha fatto centro, e questo l’ha reso anche piu speciale. La musica era cosi potente che non importava davvero che non fosse nello stile delle altre musiche dello schermo di login che abbiamo fatto, o che fosse meno circostante del solito. Doveva andare bene e basta.

ByronicHero: Stai lavorando sempre piu con strumenti live col passare del tempo. Puoi parlare un po di piu sui tuoi piani futuri per la musica alla Riot?

Praeco: Col passare del tempo, sto sempre cercando per nuovi modi di creare qualcosa di unico e fantastico per i nostri giocatori. Quindi per gli ultimi mesi, ho lavorato molto con orchestre professionali. Inizialmente ho composto tutto con i software, ma sempre di piu ho usato musicisti dal vivo – sia dall’interno della compagnia che professionisti – per provare a portare ancora piu potere nel brano. Ti da cosi tante opzioni ed emozioni che puoi spiegare al musicista che loro possono catturare, ma il software non può a dispetto di tutti le librerie di suoni che puoi avere.

Con Syndra, la Dark Sovereign, ho pensato che era molto importante a causa della natura del brano. Era davvero necessario avere piu di quello che un computer può dare, cosi abbiamo registrato con musicisti di un’orchestra dal vivo qui a Los Angeles. Ci sono molto elementi davvero drammatici, ma dato che è da Ionia, volevo avere qualche elemento di mistero ed influenza orientale. Quindi abbiamo aggiunto un sacco di assurdi strumenti di legno – alcuni dei quali non posso nemmeno pronunciare – e abbiamo davvero sperimentato molto per trovare il suono giusto. Troverete alcuni degli strumenti nel brano della Dark Sovereign che non troverete nemmeno in un pezzo di orchestra sinfonica.

E’ sul trovare il personaggio nella musica. Questo è cio che è piu importante, e non importa come viene raggiunto. Se devo prendere fantastici musicisti dal vivo, allora lo farò. Se devo prendere qualche sintetizzatore che posso completamente distruggere e abusare pe prendere dei suoni fantastici, questo è cio che farò, O se devo chiudere 50 Rioter in una stanza e registrarli mentre urlano il nome Draven, farò anche quello. E’ veramente sul trovare quello che definisce il personaggio cosi che i giocatori possono conoscere il campione attraverso la musica, e lasciarli con un pezzo di musica che possono godere piu che del tempo per loggare.

Praeco sarà disponibile nel thread per rispondere a qualunque domanda possiate avere sulla musica di League of Legend, quindi assicuratevi di lasciare un commento. Se volete mettere le mani sulla musica del login di Diana, o molti altri pezzi che Praeco ha composto, potete visitare il nuovo League of Legend, SoundCloud.

Caricare la vostra playlist con musica orchestrale ispirata dai vostri campioni preferiti della Lega.

Tradotto da: Griso81, Valenash, Masamune

There’s been a lot of buzz surrounding the login music for Diana, Scorn of the Moon. With so much interest in this particular piece of music, we decided it was time to have a word with our resident Composer, Christian “Praeco” Linke to find out what inspired Diana’s theme, along with what he has in store for Syndra and future compositions.

ByronicHero: Tell us a little bit about your musical background. What you were you doing before you came to work for Riot?

Praeco: I moved to the US from Germany round about two and a half years ago. Before that, I was already a full time musician working on all kinds of different musical projects as a composer and producer, mainly in the rock and alternative genres.

ByronicHero: With your background in popular music what caused you to become interested in classical composition? Were your first classical compositions done for Riot Games?

Praeco: One of my former bandmates was a classical pianist, which led to quite a few projects working on fusions between classic and modern music. I think that’s sort of what I do for the music for League of Legends, which really is using classical, or let’s say orchestral, music as a foundation and then adding all kinds of elements from all sorts of styles, cultures and genres.

ByronicHero: What are some of the different elements that you’ve pulled from to capture the character of different League of Legends champions?

Praeco: Music is one of the most powerful tools of all to capture a character or a mood. For every champion I always try to have at least one or two defining elements or instruments in the piece. I think that going into extremes is really important. If you take pieces like Draven or Diana, in these cases I tried to find a very unique element that people haven’t heard before and that they’re going to remember when they listen to it.

ByronicHero: The first musical piece that you published for Riot was the Season Two login music. Tell us a little bit about how that came about?

Praeco: The Season Two login music was an interesting development. It was the first time that a login screen would have new music since the launch of the game, so we really wanted to expand on what was already there. The cool thing about it was that there was never really a conscious decision to do new login music. We really just decided to try something to go with the new login screen.

The response from the players was so good that we started to do new music every new login screen, which at the time was really just when we had holidays in-game. That was until the Great Hunt, when we actually made a decision to have the login screen specifically feature Lulu. The response from the players was really positive, because it was the first time that I ever really composed a piece that was for a champion. It really helped to define Lulu and give her an identity. Because it was such a cool thing to add that gave the champion more character, we decided to keep doing it. It was really just something very organic; it really just happened.

ByronicHero: You’ve started incorporating live music into your compositions by inviting teammates to perform – first with the cello and chanting in Draven and after that with the Diana vocals. What made you start looking for Rioters to record live?

Praeco: So many Rioters have talents that are things that you might not find on a resume. One of the key things about Riot – I think pretty much the most important thing – is that conventions don’t really matter, and we really just want to work on something awesome, no matter how.

You’re always going to do the best when you’re passionate about something, and involving Rioters in the music I think really adds something for the players, but also for the Rioters. In the Draven login music you hear everyone from Visual Artists to IT Desktop Managers to our Lawyers chanting Draven’s name. I think that both for Rioters and for the players, if you look back on these things say a decade from now, these are things that really have a tangible presence – they sort of leave their fingerprints.

ByronicHero: There’s been a lot of buzz on the forums about Diana’s login music. What inspired you to try a different direction with this piece?

Praeco: I’ve never had the chance before to make a really quiet or ethereal piece. It all started with the idea of one of our artists – Mike Maurino, or IronStylus – he has a really strong bond with our community. He had this little poem about Diana that we talked about. We had a few meetings with IronStylus and David Abecassis (Volty), and then I started talking to our visual artists. I thought about having this very emotional, fragile poem about the downfall of the sun in contrast to this really dramatic and powerful visual of Diana would be one of these cases where the contrast really makes the whole experience. Then Devon Giehl (RiotRunaan) wrote the lyrics and everything came together, so we knew we had to find a way to record it.

If you look at Diana, you can really feel the tension and the very, very powerful story behind the visual, and then you have the mood of the music piece. The visual sort of lends a completely different atmosphere to the whole thing because you have this very innocent poem, but then you have this very dramatic visual element that really makes you aware of the darkness of the character.

It was a risky thing. I wasn’t really sure if everyone would be able to appreciate it. We have many, many players that don’t speak English, and I wasn’t sure if they were going to like it. I collaborated with Creative Designers, Artists and Game Designers and we all worked together on it in our free time, because this was not something that was typical. Everyone was really excited to contribute, and helped put it together, even on the weekends.

Luckily, all the Rioters that I talked to were really passionate about Diana and really willing to help, because we could have never planned this. In the end, it was Lisa Thorn (Saiyaka), one of the Graphic Designers that sang the poem. That was actually her first vocal recording, so I didn’t know what to expect. I thought that I might have to hire a professional singer, but she nailed it, and that made it even more special. The music was so powerful that it didn’t really matter whether or not it fit with the other login screen music that we’d done, or whether it was less ambient than usual. It just had to go in.

ByronicHero: You’re working more and more with live instruments as time goes on. Can you talk a little bit more about your future plans for music at Riot?

Praeco: With the time passing by, I’m always looking for new ways to create something awesome and unique for our players. So over the past few months, I’ve been working a lot with professional orchestras. Initially I composed everything with software, but more and more I’ve been using live musicians – either from inside the company or professionals – to try and bring even more power into the piece. It gives you so many more options and emotions that you can explain to the musician that they can capture, but the software can’t no matter how many sound libraries you have.

With Syndra, the Dark Sovereign, I thought that it was very important because of the nature of the piece. It was really necessary to have more than what a computer can give, so we recorded it with live orchestra musicians here in Los Angeles. There are a lot of really dramatic elements, but because she is from Ionia, I wanted to have some elements of mystery and also Eastern influence. So we added all kinds of crazy woodwind instruments – some of them I can’t even pronounce – and we really experimented a lot to find the right sound. You will find some instruments in the Dark Sovereign piece that you wouldn’t even find in a symphony orchestra piece.

It’s about finding the character in the music. That’s what’s most important, and it really doesn’t matter how that’s achieved. If I have to get awesome live musicians, then I’ll do that. If I have to get some synthesizer that I completely destroy and abuse to get some awesome sound, then that’s what I’ll do. Or if I have to lock up 50 Rioters in a room and record them shouting Draven’s name, I’ll do that too. It’s really about finding what defines the character so that the players can get to know the champion through the music, and leaving them with a music piece that they can enjoy longer than just the one time they log in.

Praeco will be on hand in the thread to answer any questions you might have about the music of League of Legends, so be sure to drop him a comment. If you want to get your hands on Diana’s login music, or many of the other pieces that Praeco has composed, you can visit the new League of Legends SoundCloud.

Load up your playlist with orchestral music inspired by your favorite champions of the League.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.