Salve, evocatori!

Abbiamo avuto la possibilità e l’onore di intervistare Alessandro Sesani il manager Team Forge, discutendo della loro avventura negli E-Sports a livello nazionale.

Un progetto molto ambizioso in un paese come l’Italia ed il primo che si sta spingendo più verso i canoni di altri paesi, spinto dalla voglia di crescere e di superare i propri limiti ma soprattutto da tanta passione e voglia di arrivare lontano, nata osservando e cercando di apprendere il massimo da tutte le competizioni, una passione non molto diversa da quella di tutta la community.

Ma non solo, con questo progetto stanno tentando di promuovere anche il nostro paese a livello internazionale convinti che chiunque voglia rischiare può farlo, proprio come loro azzardando percorsi non esplorati, l’incoraggiamento che viene fatto a tutti è quello di rischiare e provare perché chiunque può raggiungere il livello competitivo anche in Italia. Quel che è certo è che non è un percorso semplice o privo di difficoltà, anzi, ma con un team ben compatto quelle che possono sembrare montagne si possono superare tranquillamente e la giornata presso l’ICON di Roma nominata “Day 0” per loro non è che il punto di inizio.

Attualmente si sa che il loro Head Coach è un personaggio di spicco a livello delle competizioni internazionali proveniente dal Sud Corea, ma hanno voluto lasciarci con un alone di mistero per aumentare l’hype, lo hanno conosciuto durante le competizioni ed è nata una bella amicizia, un’amicizia che ha portato a tutto questo. Anche se lo Staff del team è coreano la voglia è quella di trovare giocatori italiani, e la risposta italiana è anche molto positiva, ma in ogni caso procedono con cautela prima di selezionare una possibile lineup.

Vi sarà la possibilità per i membri del team di trasferirsi in una Game House una opportunità unica già adottata in altri team, che sicuramente servirà a rendere il gruppo più unito ed operativo al 100%.

Ma fin ora abbiamo parlato di un team italiano ma con staff coreano e la domanda è sorta spontanea: e la lingua? Lo staff sta cercando di migliorare il loro inglese e di imparare l’italiano, e da qui la voglia immediata di iniziare una convivenza per velocizzare questo processo.

Ovviamente il loro sogno è quello di tutti noi solo più veloce da realizzare (ma non disperate se siete forti salite) simile a Word Cookie, ovvero arrivare agli LCS nel corso del prossimo anno ma attualmente il primo passo da compiere sono le Challenger Series.

Attualmente non sanno ancora se vi sarà la possibilità di vederli in diretta streaming o dei singoli o di tutto il team sponsorizzata da http://www.overwatch-boosting.com, Anche assicurarsi di controllare OVERWATCH NEWS Per ascoltare gli aggiornamenti, ma non appena il team sarà al completo e la loro lista degli allenamenti pure si potrà passare all’intrattenimento dei fan.

Non vediamo l’ora di vedervi in uno stadio e potervi dare tutto il nostro supporto, ma soprattutto che non siate i soli nel riuscire in questa impresa.

 

Buona fortuna a tutti nelle arene della giustizia!

Beast92x

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.