Il giovane contadino aveva percorso quella strada tantissime volte. Oltre la giungla, il sentiero portava dai campi alla sua casa, ma ultimamente aveva scoperto una dolce compagnia per il viaggio di ritorno: una canzone, persa nei boschi, accompagnata dalla fresca brezza dell’autunno. Aveva sempre ignorato la sua curiosità, tirando dritto verso la sua abitazione, ma questa volta… questa volta era diverso. La canzone lo stava chiamando. Il ragazzo si fermò, scrutando l’enorme bosco. Senza pensarci, corse tra gli alberi.

La canzone gli riempiva il cuore, trascinandolo tra le foglie. Spine e ortiche gli laceravano le carni e i vestiti, ma lui continuava a correre verso il cuore della foresta. E la voce cantava, cantava, sempre più dolce e malinconica.

Infine sbucò dal fitto della vegetazione in una radura. Il giovane, rimasto senza fiato, cadde in ginocchio e si guardò intorno. Le luci della sera danzavano tra le fronde e al centro della radura c’era uno specchio d’acqua cristallina, ricolmo di ninfee. Nami Spirito del fiume era seduta al centro, con le sue chiome di smeraldo a incorniciare un sorriso sul suo pallido volto. Canticchiando gli fece cenno di avvicinarsi, curando le sue ferite con l’acqua fatata. Passo dopo passo, il giovane entrò in acqua, immergendosi fino al torace, senza smettere di avvicinarsi. Sul suo volto scorrevano lacrime copiose. Nami Spirito del fiume lo chiamò verso di lui, avvolgendolo nel suo abbraccio. Lentamente scese sotto la superficie, trascinandolo verso l’oblio.

rsn-ss_thumb

Cura ed ammalia i nemici con Nami Spirito del fiume, disponibile nel negozio di League of Legends per975 RP.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.