Con questa patch daremo il benvenuto ad un campione con una storia molto movimentata: Elise, the Spider Queen. Originariamente il concept per questo campione è stato creato tre anni fa, ma all’epoca Elise si dimostrò troppo complessa per essere realizzata. Elise oggi è un campione in continua trasformazione, con la capacità di combattere in forma umana e di ragno.

Abilità (forma Umana):

  • Spider Swarm (Passiva): Mentre è in forma Umana, Elise evoca dei ragnetti con ogni sua abilità.
  • Neurotoxin: Elise danneggia un avversario in base ai suoi HP attuali.
  • Volatile Spiderling: Elise rilascia un ragno velenoso che esplode a contatto con i nemici.
  • Cocoon: Elise lancia un colpo che paralizza l’avversario.
  • Spider Form: Elise si trasforma in una vorace Regina Ragno. In forma di Ragno, Elise causa danno magico aggiuntivo con i suoi attacchi e ottiene un aumento a Movement Speed, Armor, e Magic Resistance. Ogni livello della sua ultimate permette ad Elise di evocare un ulteriore ragnetto.

Abilities (forma Ragno):

  • Spider Swarm (Passiva): Elise evoca dei ragni per combattere al suo fianco. Spiderlings causano danno fisico e subiscono danno ridotto dalle abilità ad area.
  • Venomous Bite: Elise si potrae in avanti per mordere l’avversario, applicando uno slow e causando danno in base ai suoi HP mancanti.
  • Skittering Frenzy: Elise ed i suoi ragnetti guadagnano Attack Speed, inoltre Elise viene curata ad ogni attacco compiuto dai suoi ragni.
  • Rappel:
    • Bersaglio avversario: Elise ed i suoi ragnetti si alzano dal terreno per ricomparire alle spalle del nemico.
    • Bersaglio terreno: Elise ed i suoi ragnetti si alzano dal terreno, divenendo invulnerabili per due secondi. Utilizzando Rappel su un bersaglio avversario durante questo tempo, trasporta Elise su quel bersaglio.
  • Human Form: Elise guadagna la sua Forma Umana. Ogni livello della sua ultimate permette ad Elise di evocare un ulteriore ragnetto.

Come tutti i campioni in grado di trasformarsi, il segreto del successo di Elise consiste nel padroneggiare entrambi i suoi skill set. Ancor più che per gli altri campioni le due trsformazioni di Elise le conferiscono due ruoli distinti. A differenza di Jayce, le cui abilità sono armonizzate nel continuo passaggio da ranged a melee, o Nidalee, che utilizza la sua forma da coguaro per la mobilità e guadagnare terreno sugli avversari. I due set di abilità di Elise invece, le attribuiscono i ruoli di Mage e Assassin.

Nella sua forma umana da maga, Elise si specializza in abilità con basso cooldown ed elevati danno e cc. Le sue abilità le danno un vantaggio contro bersagli con molti HP, per poi finirli tramite la forma aracnoide. Il cardine del suo gameplay è Neurotoxin che causa danno in base agli hp attuali dell’avversario. Durante la trasformazione umana, è anche in grado di evocare ragni ad ogni abilità utilizzata. Una volta trasformata in un ragno, evocherà subito tre ragnetti per aiutarla nel combattimento. Rimpinguare le fila del proprio eserciti di aracnidi è alla base per renderla un assassino letale.

Attivata la forma ragno, il set di abilità muta completamente. Elise guadagna innumerevoli bonus per il combattimento ravvicinato, ed i suoi ragnetti si attivano per incrementare il danno causato agli avversari. L’abilità Rappel, le permette di ritirarsi dal campo di battaglia divenendo invulnerabile, per poi attaccare il bersaglio prescelto. Attivando l’abilità su di un avversario, Elise lo circonderà con i suoi ragnetti e comparirà alle sue spalle. Questo unito al bonus all’attack speed di Skittering Frenzy può provocare immensi danni ad un singolo bersaglio, indebolendoli abbastanza per finirli con Venomous Bite.

Riuscire ad armonizzare i due aspetti della Spider Queen è il primo passo per rivelarne le potenzialità. Sarà fondamentale, sul campo di battaglia, avere i nervi saldi per decidere se stare al sicuro dalla distanza, o rischiare un attacco frontale ravvicinato.

Lore:

Feroce ed elegante, la grazia carismatica di Elise è una trappola inesorabile che attira nella sua tela di inganni gli umani più innocenti ed avidi. Sebbene le sue vittime in fine apprendono le sue vere intenzioni, nessuno è mai riuscito a sopravvivere per rivelare quale oscuro segreto si celi dietro la sua enigmatica figura.

In sale oscure, celate dalla società, Elise predicava la dottrina di un’antica divinità ragno. I suoi disperati seguaci bramavano il favore del loro dio, creduto la fonte del potere di Elise. Una volta  annunciato un pellegrinaggio al tempio del dio, scelse personalmente solo i discepoli più devoti. Entusiasti, i prescelti la seguirono ciecamente mentre li conduceva attraverso un viaggio di pericoli oltre il mare. Quando giunsero sulla costa della loro ultima destinazione, le misteriose Shadow Isle, Elise li condusse all’interno di una caverna ricoperta di ragnatele. Aspettandosi di entrare in un tempio, il gruppo di discepoli osservò confuso la sacerdotessa. Elise si girò verso di loro e alzò le braccia al cielo in segno di trionfo, rivelando le zampe aracnoidi che celava dentro di sè. Impietriti di fronte alla vera forma della sacerdotessa, i discepoli cercarono di fuggire dalla caverna, solo per ritrovarsi stretti nella morsa di ragnatele di Elise. Con le sue vittime paralizzate, la sacerdotessa si rivolse verso il fondo della caverna ed emise un graffiante pianto. Un’enorme bestia ragno emerse dall’oscurità, trascinandosi sulle zampe aguzze. I seguaci di Elise non poterono far altro che urlare mentre il mostruoso ragno ci cibava delle loro carni. Elise si avvicinò alla creatura ormai sazia, ne estrasse il veleno e lo ingurgitò. Un immediato senso di rinvigorimento attraverso le sue vene. Avendo tardato ancora la sua ora, Elise partì per ricongiungersi alla sua congrega. Essi gioirono nell’udiro che i precedenti discepoli prescelti avevano raggiunto la dimora consacrata del dio. Elise li riassicurò immediatamente, affermando che avrebbe condotto un nuovo pellegrinaggio quando il tempo sarebbe giunto. Il dio ragno avrebbe atteso pazientemente.

“La vera fede non deve temere l’abbraccio del ragno.” – Elise

This patch, we’ll welcome a champion with a lot of history into the League of Legends lineup: Elise, the Spider Queen. Originally concepted over three years ago, Elise proved to be a challenging champion to fully realize. Finally coming together as a transform champion, Elise has the ability to assume the form of either a regal mage or a deadly spider assassin.

Abilities (Human form):

  • Spider Swarm (Passive): Elise’s Human Form spells will ready a spiderling when cast on an enemy.
  • Neurotoxin: Elise damages a target based on its current Health.
  • Volatile Spiderling: Elise releases a venom-gorged spiderling that explodes when it nears a target.
  • Cocoon: Elise fires a skillshot that stuns the first enemy struck.
  • Spider Form: Elise transforms into a menacing spider with new abilities. While in Spider Form, Elise deals magic bonus damage on attack and has increased Movement Speed, Armor, and Magic Resistance. Each level of her ultimate allows Elise to summon an additional spiderling.

Abilities (Spider Form):

  • Spider Swarm (Passive): Elise summons her spiderlings to fight by her side. Spiderlings deal physical damage and take reduced damage from multi-target abilities.
  • Venomous Bite: Elise lunges forward and bites her target, slowing them and dealing bonus damage based on how low its Health is.
  • Skittering Frenzy: Elise and her spiderlings gain Attack Speed and heal her on each attack.
  • Rappel:
    • On enemy cast: Elise and her spiderlings ascend high into the air and descend upon an enemy target.
    • On ground cast: Elise and her spiderlings ascend high into the air, becoming untargetable for two seconds. Casting Rappel on a nearby enemy during this time will descend upon your target.
  • Human Form: Elise transforms into a human form with new abilities. Each level of her ultimate allows Elise to summon an additional spiderling.

Like all transform champions, successfully playing Elise involves balancing two distinct kits. More than any of her counterparts, however, the Spider Queen’s two forms embody distinct, but complimentary roles. Unlike Jayce, whose kit emphasizes flowing smoothly between ranged and melee skillsets, or Nidalee, who uses her cougar mobility to split push and create distance for her long ranged attacks, Elise’s two ability sets separate definitively into mage and assassin roles.

In her human mage form, Elise specializes in keeping her distance using low-cooldown nukes and crowd control abilities. Her spells emphasize wearing down high-health targets in preparation for a brutal finish in spider form. At the heart of this gameplay is Neurotoxin which deals damage based on the opponent’s current health. While in this form, she also generates a spiderling each time she casts a spell. Upon transformation into a spider, she summons these spiderlings to fight alongside her. Investing the time to build up your minion count is essential to performing a perfect assassination.

Once she’s switched to her spider assassin form, Elise’s kit takes on an entirely different theme. She gains a number of bonuses to her melee capabilities, and her spiderlings become active to help rapidly damage an opponent. Using Rappel, she can ascend above the battlefield, vanishing from sight and becoming untargetable for a short duration. Once she’s suspended, she can lower herself upon a nearby target, surrounding them with spiderlings. Boosting her minions’ Attack Speed with Skittering Frenzy can quickly burst down a surrounded enemy, leaving them vulnerable to execution with ¬Venomous Bite.

Using both spider and human form effectively is the key to making the most out of the Spider Queen. Having the good judgment to stay safe in your mage form while you fight to create the opportunity for a clean spider kill will make or break your success on the Fields of Justice.

Lore:

Vicious and elegant, Elise’s charismatic grace lures the innocent and greedy alike into her web of deceit. While her victims may discover her true intentions, no one has ever lived to reveal what dark secrets lie behind her enigmatic guise.

In dark halls, hidden from society, Elise preached the word of a mythical spider god. Her desperate followers hungered for the god’s favor, believing its blessings to be the source of Elise’s vibrance and power. When Elise proclaimed that she would lead a pilgrimage to the spider god’s shrine, she selected only her most devout disciples to join her. Ecstatic, the chosen few followed her blindly as she led them on a perilous journey across the sea. When they came ashore at their final destination, the mysterious Shadow Isles, Elise led them to a cavern shrouded in webs. Expecting a shrine, the group looked to their priestess in confusion. She turned to the crowd and raised her arms in triumph, revealing strange, spiderlike legs that grew out of her back. Seeing her terrifying true form for the first time, Elise’s followers turned to flee, but she conjured magical webs to trap them. With her victims ensnared, she turned to face the cave and uttered a screeching cry. An enormous undead spider-beast emerged from the darkness, dragging its hideous bulk on thick, pointed legs. Elise’s followers could only scream as the monstrous spider ate them alive. She approached the sated creature, extracted its venom, and drank the strange substance. An immediate sense of rejuvenation flowed through her veins. With mortality delayed once again, Elise left to rejoin her congregation. They were overjoyed to hear that their fellows had chosen to remain at the spider god’s sacred home. Elise reassured her disciples that she would lead another pilgrimage in due time. The spider god would be waiting.

“The truly faithful need not fear the spider’s embrace.” – Elise

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.