Le qualità del predatore definitivo: metodico, determinato, inesorabile. Vi presento Rengar, the Pridestalker, uno dei più temuti cacciatori di tutta Valoran, sia che si faccia largo lacerando i nemici o balzando dall’ombra di un cespuglio per un’imboscata. Ma la sua parete dei trofei manca ancora del più prestigioso ed ambito.

  • Unseen Predator (Passiva): Quando è in un cespuglio o invisibile, Rengar balzerà sul bersaglio con il prossimo attacco. Rengar guadagna 1 Ferocity utilizzando un’abilità. Quando ottiene 5 Ferocity, Rengar potenzia la sua prossima abilità.
  • Savagery: Il prossimo attacco di Rengar è potenziato e gli garantisce Attack Speed per una breve durata.
    • Bonus Ferocity: Rengar deals enhanced damage and his Attack Speed bonus increases.
  • Battle Roar: Rengar lancia il suo grido di battaglia, causando danno e guadagnando Armor e Magic Resist per qualche secondo
    • Bonus Ferocity: Rengar si cura.
  • Bola Strike: Rengar lancia una bola al suo bersaglio, rallentandolo.
    • Bonus Ferocity: Rengar blocca il bersaglio.
  • Thrill of the Hunt (Ultimate): Rengar attiva il suo istinto predatorio, divenendo invisibile e ottenendo visione dei nemici intorno a lui. Guadagna Movement Speed e genera Ferocity mentre è invisibile.

Come top-laner o jungler, i colpi brutali di Rengar ed il suo ruggito sono l’arma ideale per sopraffare gli avversari. Quando utilizza una sua abilità su un nemico, genera punti Ferocity. Una volta accumulati cinque punti Ferocity, ttte le abilità di Rengar diventano immediatamente disponibili e la prossima che attiva ottiene un effetto secondario. I giocatori dovranno giostrare l’uso della Ferocity, attivando le giuste abilità per ogni occasione. La passiva di Rengar gli garantisce anche un balzo se attacca da un cespuglio o mentre è invisibile, garantendogli immense capacità di gank.

L’ultimate di Rengar, Thrill of the Hunt, gli dona invisibilità, velocità extra e punti Ferocity. Ma la vera forza della sua ultimate giace nella capacità di rendere visibili i nemici intorno a lui. Rengar entra nello stato di cacciatore, che gli permette di percepire il battito dei suoi nemici.

Nessun cacciatore sarebbe tale senza i suoi trofei e Rengar non è estraneo al collezionare i residui delle sue prede. Scegliendo Rengar avrete accesso al Bonetooth Necklace, un oggetto unico che colleziona trofei tramite kill e assist. Questi trofei aumentano il potere del pendaglio sbloccando nuovi bonus una volta ottenuta una certa quantità di trofei. Non sarete costretti ad acquistare il Bonetooth Necklace, ma sarete ricompensati del vostro gioco aggressivo se lo farete.

Lore

Su ogni parete del suo covo, il cacciatore di taglie Rengar posizionava le teste, corna, artigli e zanne delle creature più letali di Valoran. Sebbene la sua collezione sia enorme, egli non è ancora soddisfatto, instancabilmente alla ricerca di sfide maggiori. Ogni sua uccisione richiede tempo, studia la sua preda, impara le sue abitudini e si prepara per il prossimo incontro con l’unico mostro che non è mai riuscito a sconfiggere.

Rengar non ha mai conosciuto i suoi veri genitori, ma è stato cresciuto da umani che erano riveriti come cacciatori legendari. Lui era un allievo ideale, intento ad assorbire le lezioni impartitegli dal padre, migliorandole con il suo ineguagliabile instinto selvaggio. Prima che la sua pelliccia si sviluppò pienamente, Rengar partì da solo reclamando per sè un vasto territorio. Lungo il suo perimetro montò i teschi delle prede uccise – un avvertimento per i possibili aggressori. Credeva chegovernare un territorio lo avrebbe soddisfatto, ma fece tutt’altro, ne aumentò la avarizia. Nessuna bestia nel suo territorio si dimostrò un avversario degno, e senza un nemico formidabile con cui confrontarsi, presto il suo spirito combattivo scemò. Temeva che non esistevano più nemici degni di lui, che non avrebbe mai più provato il brivido ella caccia. Proprio quando stava per rinunciare a tutto, incontrò il mostro. Era una specie di alieno informe, chiaramente estraneo a questo mondo. Possedeva enormi artigli a forma di falce e divorava ogni animali che incontrava. Eccessivamente preso dalla prospettiva di uno sfidante, Rengar preparò immediatamente un’imboscata per il mostro. Era nettamente superiore ad ogni preda che avesse mai affrontato. La loro battaglia fu selvaggia, ed entrambi subirono pesanti ferite. Rengar perse il suo occhio, ma il colpo peggior lo subì il suo orgoglio. Non aveva mai fallito prima d’ora. Ancor peggio, la gravità delle sue ferite lo forzarono alla ritirata. Nei giorni seguenti lottò tra la vita e la morte. Era piegato in due dal dolore, ma dentro di lui vi era un barlume di gioia. La caccia era aperta. Se esseri tanto potenti esistevano su questa terra, li avrebbe trovati e impalato le loro teste. Il mostro però, era un’uccisione che voleva assaporare con calma. Aveva conservato uno spazio sulla parete più grande del suo rifugio per la testa della bestia, un trofeo che giura sarà il fulcro della sua collezione.

“Caccia il debole e sopravviverai, caccia il forte e vivrai.”
-RengarThe ultimate predator‘s many things: methodical, determined, and unrelenting. Meet Rengar, the Pridestalker, one of the most-feared hunters in all of Valoran, whether he’s slashing his way through foes or leaping from the shadows of the brush to take enemies by surprise. Rengar’s monstrous, most-sought prize, however, remains at large, missing from the Pridestalker’s impressive trophy wall.

  • Unseen Predator (Passive): While in brush or stealth, Rengar will leap at the target when using his basic attack. Rengar builds 1 Ferocity with each ability he uses on enemies. When reaching 5 Ferocity, Rengar’s next ability becomes empowered, granting it a bonus effect.
  • Savagery:Rengar’s next basic attack deals bonus damage and grants him increased Attack Speed for a short duration.
    • Ferocity Bonus: Rengar deals enhanced damage and his Attack Speed bonus increases.
  • Battle Roar:Rengar lets out a battle roar, damaging enemies and gaining bonus Armor and Magic Resist for a short duration.
    • Ferocity Bonus: Rengar heals himself for a large amount.
  • Bola Strike:Rengar throws a bola at his target, slowing them for a short duration.
    • Ferocity Bonus: Rengar roots the target.
  • Thrill of the Hunt (Ultimate): Rengar activates his predatory instincts, stealthing and revealing all enemy champions in a large radius around him. He gains Movement Speed and rapidly generates Ferocity while stealthed.

As a top-laner or jungler, Rengar’s brutal strikes and roars tear through his enemies. When you use any of his abilities on an enemy, you generate a point of Ferocity. Once you’ve stored five Ferocity points, Rengar’s skills become available instantly and the next skill activated gains a powerful new secondary effect. Players will have to strategically manage their Ferocity, activating the appropriate ability for each precarious situation. Rengar’s passive also grants his auto attack a leap when used from the brush or while invisible, giving this apex predator immense ganking potential from hiding.

Rengar’s ultimate ability, Thrill of the Hunt, grants him invisibility, extra movement speed and Ferocity points. The true power behind Rengar’s ultimate is his visibility of enemies under the fog of war. Rengar enters an all-consuming hunting mode, allowing him to see enemy locations and their hearts beating faster and louder as he closes in.

No hunter would be whole without his trophies and Rengar is no stranger to collecting the prized remains of his downed prey. Playing as Rengar grants optional access to the Bonetooth Necklace, a unique store item that collects trophies as he racks up kills and assists. Slaying enemies will increase the power of the necklace and new bonuses unlock when trophy thresholds are met. You’re never forced to purchase or use the Bonetooth Necklace, but are rewarded for an aggressive playstyle if you choose to use it.

Lore

On every wall of his den, the trophy hunter Rengar mounts the heads, horns, claws, and fangs of the most lethal creatures in Valoran. Though his collection is extensive, he remains unsatisfied, tirelessly seeking greater game. He takes time with every kill, studying his prey, learning, and preparing himself for the next encounter with the one monster he never managed to defeat.

Rengar never knew his real parents, but was raised by a human who was revered as a legendary hunter. He was an ideal pupil, intently absorbing the lessons of his father, and improving them with his uncanny feral instincts. Before his mane had fully grown, Rengar set off on his own and claimed a wide territory for himself. Along its perimeter, he mounted the skulls of his slain prey – a warning to would-be aggressors. He thought undisputed reign of a region would fulfill him, but instead, he grew restless. No beasts in his domain proved challenging prey, and without formidable adversaries to push his limits, Rengar’s spirit waned. He feared that no worthwhile game remained, that he would never again feel the thrill of the hunt. Just when things seemed their bleakest, he encountered the monster. It was a disturbing, alien thing, distinctly out of place in his world. It bore huge scything claws and devoured any animal that strayed across its path. Overzealous at the prospect of a challenge, Rengar ambushed the monster in haste. It far outclassed anything he’d hunted before. Their fight was savage, and each suffered crippling wounds. Rengar lost an eye, but the most grievous blow was to his pride. He had never before failed to make the kill. Worse yet, the severity of his injuries forced him to retreat. Over the following days, he hovered on the threshold between life and death. He was wracked with pain, but beneath it, he felt a glimmer of joy. The hunt was on. If such powerful beings existed in the world, he would find them, and stack their heads high. The monster, however, was a kill he wanted to savor. On his den’s largest wall, he reserves a space for the beast’s head, a trophy he swears will one day be the centerpiece of his collection.

“Prey on the weak and you will survive, prey on the strong and you will live.”

-Rengar

3 Commenti

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.