[spacer height=”20px”]
Nello Scontro finale, i vincitori dei Mondiali dalla Stagione 1 alla Stagione 4 ci raccontano i momenti speciali vissuti prima e dopo aver distrutto il Nexus, segnando la vittoria dei Mondiali. Quando hanno capito di avere la vittoria in mano? E come si sentivano all’idea di diventare Campioni dei Mondiali di League of Legends?

Cinque anni fa gli eventi di eSport di League of Legends erano molto più semplici. I Mondiali non venivano organizzati in importanti arene o stadi ma erano, diciamo, un’esperienza più intima. Durante l’evento di DreamHack nel giugno 2011, centinaia di fan si davano a spintoni per farsi largo e guardare le partite urlando i nomi dei giocatori delle squadre FnaticMSI e Against All Authority che stavano competendo per le Finali del primissimo Campionato Mondiale.

xPeke, che sta partecipando ai Mondiali per la quarta volta come capitano degli Origen, sorride pensando agli ultimi momenti della partita. Ammette che era davvero sorpreso solo al pensiero di essere lì.

“Lo ricordo come un periodo strano perché non mi aspettavo di vincere. Tutti i miei amici mi chiedevano: “E che cosa succede se vinci? Che cosa farai?”. E io rispondevo che non avremmo mai vinto, non c’erano possibilità… al massimo, con un po’ di fortuna saremmo arrivati alle Semifinali.” Quando xPeke e i Fnatic sono arrivati alle Finali, pensavo che stessi sognando.

[spacer height=”20px”]

[spacer height=”20px”]

Lo Scontro finale della Stagione 1 ruotava intorno al Barone, ma xPeke era stato ucciso. I fan erano ai loro piedi, a pochi centimetri di distanza dai giocatori, esultando non appena i Fnatic hanno iniziato ad attaccare il Barone e gli aAa avanzavano verso di loro. MoMa si è subito buttato su Jarvan IV e ha schiacciato Karthus giocato da xPeke per ucciderlo e iniziare lo scontro. xPeke è rimasto seduto, e guardava le reazioni dei suoi amici Shushei e Cyanide, i quali attaccavano MoMa e sOAZ e forzavano Yellowstar (che in quel momento stava facendo da AD carry per aAa) e Linak a ritirarsi.

“Non riuscivo a credere che stavamo vincendo”, dice xPeke sorridendo.

Mentre i super minion dei Fnatic avanzavano dalle corsie superiore e inferiore verso la base degli aAa, i suoi compagni distruggevano la torre centrale e l’inibitore. Con soli tre membri degli aAa rimasti a difendere, non c’è voluto molto a distruggere il Nexus. E così xPeke, incredulo, si è alzato e ha abbracciato i suoi compagni esultando. “Ero felicissimo… e lodavo la mia squadra per la bella partita!”

Nel momento in cui si rende conto di essere diventato Campione dei Mondiali, non riesce a trattenere un sorriso enorme e nostalgico allo stesso tempo. “Non importava quanto fossero importanti il torneo e il premio finale”, dice. “Eravamo semplicemente lì, a giocare e divertirci.”

“Era solo l’inizio di tutto, questa era la cosa straordinaria della Stagione 1.”

Fateci sapere cosa vi ha particolarmente colpiti della Stagione 1 dei Mondiali e tornate lunedì prossimo per ascoltare il racconto di MiSTakE quando ha vinto la Stagione 2 con i Taipei Assassins.