Dev Blog: Esplorando Runeterra

Da Tommy Gnox (Rioter)

Per cominciare, anche se tecnicamente queste sono parole mie, io sono soltanto uno dei tanti incaricati della narrazione alla Riot e ciò che state per leggere è ispirato dalla loro passione collettiva. League of Legends si è ingrandito molto, ma è sempre rimasto incentrato sulla giocabilità; il fatto che ci possano essere molti Rioter che lavorano alla narrazione potrebbe sorprendere qualcuno. Questo è uno dei motivi per cui vorremmo parlarvi dello stato attuale della storia di League of Legends e di alcuni dei cambiamenti che avete visto (e che continuerete a vedere) come parte del nostro approccio evolutivo alla narrazione.

La narrazione con l’evolversi di LoL

L’evoluzione è uno degli elementi chiave di League of Legends. Campioni, eventi, aspetti, illustrazioni, e le mappe stesse sono solo alcuni dei modi in cui cerchiamo di migliorare continuamente ogni singolo aspetto del gioco. Vogliamo che LoL risulti sempre nuovo, per bilanciamento, aggiornamenti grafici, nuove tematiche e storie dei personaggi.

Vogliamo che LoL risulti sempre nuovo, per bilanciamento, aggiornamenti grafici, nuove tematiche e storie dei personaggi.

Ciò significa che a volte dobbiamo riguardare quello che abbiamo fatto in passato e rivalutarlo con occhio critico. In certi casi, per esempio con l’aggiornamento di un campione, il concept originale è ancora valido (o magari ancora eccezionale!) e tutto quello che dobbiamo fare è limare un po’ le cose per portarlo agli standard attuali. Altre volte, invece, ripensiamo alle decisioni che erano perfettamente sensate una volta, ma che ora cozzano un po’ con i nostro valori di produzione, e quindi limitano la nostra capacità di migliorare League of Legends in modo continuativo. Questo non possiamo permetterlo e in questi casi cerchiamo di reinventare questi contenuti “vecchi” in modo che realizzino il loro potenziale.

Essendo noi stessi giocatori, è facile esaltarsi per gli sviluppi in arrivo, ma voi, i veri giocatori, non avete sempre visione di quello che è in preparazione o perché. Abbiamo quindi imparato l’importanza della comunicazione delle modifiche, in modo che vi facciano capire perché certe scelte vengono fatte e che benefici possono portare. In questo caso, servono prima un po’ di spiegazioni.

Un po’ di spiegazioni

Nei primissimi giorni di LoL, abbiamo ideato un canovaccio che giustificasse come i giocatori potessero controllare i campioni durante le partite. Abbiamo inventato concetti come gli evocatori, le arene della giustizia, un istituto della guerra e, ovviamente, la League of Legends stessa… tutto per fornire un contesto narrativo per le azioni nel gioco stesso.

Dopo un po’, queste scelte iniziali cominciarono a creare qualche problema. A ogni nuovo campione serviva una motivazione per entrare e rimanere nella lega e, al loro aumentare, il risultato è che il mondo iniziava a diventare piccolo, e, in ultima istanza, meno interessante. Le istituzioni che avevamo creato iniziavano a risultare creativamente aride, ponendo limiti al modo in cui i campioni, le fazioni e Runeterra stessa potevano cambiare e crescere. In più, l’idea di evocatori pressoché onnipotenti faceva sembrare i campioni poco più che pupazzi in mano a potenze divine. La sottotrama che avevamo creato per spiegare le azioni di gioco stava iniziando a limitare lo sviluppo del potenziale narrativo dei personaggi principali del gioco.

Di fronte a queste limitazioni, il nostro utilizzo di elementi narrativi fortemente legati alla visione originale (Gazzetta della Giustizia, Giudizio, ecc.) è diminuito, perché iniziavano a contrastare le nostre idee di un mondo più vitale e vasto. Così abbiamo iniziato (con alcuni tentativi, come l’evento del Freljord e le biografie aggiornate dei campioni) a raccontare storie che andassero oltre i più remoti confini della struttura creativa originale di LoL.

Dopo un po’ di tempo, i giocatori chiedevano a gran voce altre storie, dandoci la spinta necessaria per poter realizzare i cambiamenti necessari per darvi nuovi e più dettagliati sguardi a Runeterra e si suoi abitanti. Molti di voi hanno dato voce ai vostri pensieri, su questi cambiamenti, in modi molto diversi. Avete espresso entusiasmo, idee per ulteriori approcci e ovviamente, dubbi. In tutti questi casi, siamo grati per il vostro interesse e siamo decisi sia a spingere sempre più in là l’aspetto narrativo, sia a impegnarci a presentarvi cosa bolle in pentola riguardo la storia.

Dove siamo oggi

In pratica, abbiamo deciso di spingere la storia di LoL oltre l’idea originale sul perché delle azioni di gioco, e di forgiare un nuovo percorso narrativo per Runeterra: un mondo in cui le fazioni e i campioni che conosciamo e amiamo hanno piena libertà di crescere, viaggiare e combattere a livello globale. Dalle interazioni con i campioni, fino alle biografie e agli eventi (e oltre), puntiamo a espandere l’orizzonte della storia di LoL e perseguire l’idea di un mondo più dinamico e vasto, adatto alle personalità e alle capacità sovrumane dei nostri campioni.

La storia ha il potenziale per coinvolgere ogni elemento di League of Legends, quindi la decisione di avventurarsi in nuovi territori narrativi non è stata un capriccio. Il bisogno di cambiamento è arrivato solo con il tempo e la scelta è stata presa dopo lunghissime consultazioni. Inoltre, vogliamo che sappiate che questo nuovo approccio è focalizzato sull’aprire nuove possibilità e sbloccare un mondo più ampio e dettagliato. Il punto infatti non è quello di stravolgere le vecchie storie che formano la parte più apprezzata della storia di LoL.

In pratica, abbiamo deciso di spingere la storia di LoL oltre l’idea originale sul perché delle azioni di gioco, e di forgiare un nuovo percorso narrativo per Runeterra…

Questo cosa vuol dire?

In sintesi vuol dire che il gioco e la storia non sono uno la copia dell’altra. LoL come gioco punta a portare una giocabilità eccezionale, mentre LoL come storia punta a creare personaggi profondi, dinamici e fazioni immerse in un mondo vibrante e vasto. No vogliamo limitare la storia per via delle meccaniche, così come non vorremmo limitare le meccaniche per via della storia. Vogliamo che tutte e due (insieme agli altri elementi portanti) siano libere di esprimere il loro massimo potenziale.

Questo significa forse che le vecchie iterazioni come la Gazzetta della Giustizia e i Giudizi della Lega sono da buttare? Ovviamente no. Così come possiamo rileggere e apprezzare vecchi libri e film e opere che sono state superare da interpretazioni più recenti dello stesso materiale, così il folklore originale di LoL rimane una parte della sua storia. Dai fumetti alla letteratura classica, l’esplorazione dello stesso spazio creativo in modi diversi è parte del grande concetto di narrazione.

Runeterra è un posto molto ampio, con tanto spazio da esplorare in modi diversi da persone diverse, giocatori inclusi.

Dove stiamo andando

Per quanto riguarda la narrazione, le cose andranno avanti come sono sempre andate. LoL si evolve continuamente, spesso a piccoli passi, e lo stesso vale per la sua trama. Continueremo a espandere Runeterra tramite vari canali e speriamo che resterete a bordo e continuerete a condividere con noi le vostre idee e i vostri consigli.

Il concetto, in parole povere, è che League of Legends è in continua evoluzione e la narrazione si evolve insieme ad esso.

La grande differenza la dovreste vedere nella comunicazione. Così come per la serie del team di sviluppo, Il design di League of Legends, anche noi torneremo con altri blog per discutere sia dei nostri ultimi progressi narrativi che dei nostri principi generali per quanto riguarda lo sviluppo della storia in LoL. Per esempio, uno dei principi che vorremmo discutere più approfonditamente è che le identità dei personaggi dovrebbero rimanere le stesse a prescindere dal contesto; Darius dovrebbe essere sempre lo stesso, sia che stia brandendo un’ascia in una storia, in una partita o in un filmato. Esplorare il passato e le motivazioni dei campioni oltre quello che vedete in gioco non significa che all’improvviso dovrebbero risultare diversi; significa che dovrebbe offrire un più ampio spettro di opzioni per plasmare le loro personalità e approfondire i collegamenti.

Il concetto, in parole povere, è che League of Legends è in continua evoluzione e la narrazione si evolve insieme ad esso. Non potremmo essere più emozionati nel condividere con voi questo processo e di sentire cosa avete da dire in proposito. Più di tutto, vogliamo che questo scambio sia sempre vivo. Che storie vorreste sentire raccontate?

Siamo emozionati all’idea di poter continuare ad esplorare queste possibilità e speriamo che lo siate anche voi.

– Tommy Gnox (ma in realtà, tutto il team narrativo)

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.